Buone notizie per l’ospedale di Tortona

Visualizzazioni: 169

Riaperti l’ambulatorio di pediatria e confermate le mansioni della chirurgia

TORTONA – Sono state risolte in tempi piuttosto rapidi le difficoltà organizzative che avevano creato preoccupazione e portato alla sospensione di servizi all’ospedale di Tortona riguardanti la disponibilità dei medici specialisti dell’ambulatorio di pediatria e l’organico degli anestesisti.

Nel primo caso c’è stata sospensione del servizio da parte dell’Asl per qualche settimana, nel secondo si è solo temuto un blocco dell’attività operatoria, fatte salve le urgenze, fortunatamente mai resosi necessario.

Per la pediatria, l’Asl di Alessandria aveva incontrato difficoltà nella disponibilità dei medici, per problematiche di natura legale che l’avevano indotto a interrompere momentaneamente la collaborazione con la Cooperativa Pediacoop, da cui provenivano alcuni degli specialisti che visitano presso l’ambulatorio tortonese.

Le criticità sono state superate, consentendo il ripristino delle attività svolte dalle cooperative in tutti gli ospedali di competenza dell’Asl, per cui da mercoledì 16 è stato pienamente ripristinato il servizio che, pur comprendo poche ore alla a settimana rappresenta pur sempre quanto ancora disponibile per l’utenza presso l’ospedale dopo il trasferimento delle principali attività di reparto a Novi Ligure.

Per gli anestesisti, invece, il timore era che il ridotto organico e le pesanti turnazioni costringessero a sospendere la chirurgia di elezione, cioè gli interventi programmati, garantendo comunque la disponibilità degli specialisti solo per le urgenze; anche in questo caso è stato confermato da parte dell’Asl il pieno mantenimento di ogni attività in tutte le strutture ospedaliere, Tortona compresa.

“Due buone notizie – ha dichiarato il sindaco di Federico Chiodi – che dimostrano quanto la collaborazione fra Asl e amministrazioni locali possa portare a risultati concreti.

La situazione dell’ospedale di Tortona rimane comunque d’emergenza e per questo mi metto a disposizione per proseguire nel dialogo con la direzione dell’Asl e la Regione Piemonte per collaborare a trovare soluzioni efficaci e che garantiscano la qualità e la continuità nei servizi alla popolazione”.

Nel frattempo l’Asl ha anche avuto la nomina del nuovo commissario facente funzioni di direttore generale, nella persona di Valter Galante, fino a venerdì scorso direttore del dipartimento regionale Agricoltura, già assessore alla Sanità tra il 2003 e il 2005 e in passato direttore generale dell’Asl Asti, che subentra ad Antonio Brambilla, passato alla direzione di altre Asl in Emilia Romagna.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *