Sant’Arnoldo Janssen

Visualizzazioni: 84

Riprendiamo anche nel 2023 il nostro cammino alla scoperta di uomini e donne che la Chiesa ha riconosciuto come santi e beati. Iniziamo l’anno con Arnoldo Janssen sacerdote e missionario tedesco, fondatore della Società del Verbo Divino e delle congregazioni delle Missionarie Serve dello Spirito Santo e delle Suore Serve dello Spirito Santo dell’Adorazione Perpetua, proclamato santo da papa Giovanni Paolo II il 5 ottobre 2003 e ricordato il 15 gennaio. Nacque il 5 novembre del 1837 a Goch, una piccola città della Bassa Renania in Germania. Secondo di dieci fratelli, imparò dal padre a essere uomo di profonda religiosità. Fu ordinato sacerdote il 15 agosto del 1861 a Münster e iniziò a insegnare scienze naturali e matematica nella scuola secondaria di Bocholt. Per la sua profonda devozione al Sacro Cuore di Gesù, fu nominato Direttore Diocesano dell’Apostolato della Preghiera.

Decise di dedicare la sua vita per accrescere nella Chiesa tedesca la coscienza della propria responsabilità missionaria.

Nel 1873 rinunciò all’insegnamento e fondò Il piccolo messaggero del Cuore di Gesù, una rivista mensile che offriva notizie dalle missioni e incoraggiava i cattolici di lingua tedesca a un maggiore impegno missionario. La Chiesa tedesca in quegli anni era bistrattata: Bismarck aveva proclamato il “Kulturkampf” (lotta per la cultura) e approvato delle leggi anti-cattoliche per l’espulsione di sacerdoti e religiosi e molti vescovi furono imprigionati.

Arnoldo suggerì di inviare in missione alcuni sacerdoti o di impiegarli nella formazione dei missionari. Con il sostegno del Vicario Apostolico di Hong Kong e di vari vescovi, l’8 settembre 1875, inaugurò a Steyl in Olanda la casa missionaria e diede inizio alla Società del Verbo Divino. Il 2 marzo 1879 partirono i primi due missionari per la Cina. Consapevole dell’importanza delle pubblicazioni per attirare vocazioni e raccogliere fondi, Arnoldo aprì una tipografia. Migliaia di laici generosi dedicarono tempo e sforzi per l’animazione missionaria nei Paesi di lingua tedesca, distribuendo le riviste di Steyl. Da subito, un gruppo di donne si mise al servizio della comunità. Il loro desiderio era di servire la missione come religiose e grazie a loro, l’8 dicembre 1889, Arnoldo fondò la congregazione delle Serve dello Spirito Santo. Le prime suore partirono per l’Argentina nel 1895. Nel 1896, il santo scelse alcune suore per formare la congregazione di clausura delle Serve dello Spirito Santo dell’Adorazione Perpetua.

Morì il 15 gennaio 1909 e una delle frasi che amava ripetere era: «L’annuncio della Buona Novella è la prima e principale espressione dell’amore del prossimo».

Daniela Catalano

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *