Carlo Cebrelli guiderà l’O.F.T.A.L.

Visualizzazioni: 54

Nominati il presidente e il consiglio direttivo dell’associazione che accompagna i malati a Lourdes

TORTONA – Considerando gli esiti della consultazione associativa, che si è svolta domenica 27 settembre nella chiesa di San Francesco a Pontecurone, Mons. Vittorio Viola il 9 novembre ha firmato il decreto di nomina del presidente e del consiglio direttivo diocesano dell’O.F.T.A.L. per il prossimo quinquennio 2020-2025.

A guidare la Sezione diocesana dell’“Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes”, l’associazione fondata da Mons. Alessandro Rastelli nel 1932, sarà Carlo Cebrelli (nella foto di Lella Zanini), medico vogherese, figlio di Danilo, indimenticabile protagonista della vita oftaliana. Era il 1965 quando Carlo, seguendo l’esempio e sotto la guida del padre, si recò a Lourdes per il suo primo pellegrinaggio, proprio nell’anno in cui avvenne la guarigione miracolosa di suor Luigina Traverso, poi ufficialmente riconosciuta dal santuario francese come 68° miracolo della Madonna, di cui lui conserva un ricordo indelebile. Da allora ha compiuto numerosi pellegrinaggi, prima come barelliere, poi come medico e infine come responsabile medico diocesano.

Dopo la nomina ha dichiarato di sentire forte la responsabilità di questo incarico e si è detto pronto a impegnarsi per essere all’altezza del consenso ricevuto da numerosi amici.

«Il compito che ci attende – ha spiegato – in questo periodo di pandemia è arduo ma anche stimolante. Bisogna ripensare alle finalità e al futuro dell’O.F.T.A.L. e ridisegnare la vita stessa della nostra Sezione diocesana.

Confido nel sostegno e nella collaborazione dei consiglieri e mi affido allo sguardo protettivo della Nostra Signora di Lourdes».

Il vescovo, nell’esprimere gratitudine ai membri del consiglio direttivo e del collegio dei revisori per la disponibilità a svolgere questo servizio, ha ringraziato il Signore per il dono che l’O.F.T.A.L. rappresenta per la diocesi. Nominando queste importanti istituzioni associative ha voluto ribadire che «l’attività dell’O.F.T.A.L. non è sospesa» pur non avendo potuto vivere quest’anno «la grazia del pellegrinaggio diocesano».

«Dobbiamo insieme metterci in ascolto di ciò che il Signore ci suggerisce, confortati dalla compagnia della bella Signora, docili come Bernadette nell’accoglie i suoi materni inviti». «Credo anche – si legge nel decreto di nomina – che l’O.F.T.A.L. sia chiamato a vivere questo tempo come un’opportunità per ritrovare le più autentiche motivazioni; per ricordare lo scopo dell’associazione (assistenza spirituale e morale degli ammalati, specialmente poveri e formazione religiosa e professionale del personale di assistenza, come recita l’articolo 2 dello Statuto); per purificarsi da tante fragilità (invidie, maldicenze, sospetti, ambizioni solo umane) che nulla hanno a che vedere con il dono che abbiamo ricevuto». «Noi dell’O.F.T.A.L. – ha aggiunto – dobbiamo pensarci e sentirci sempre e non solo nei giorni del pellegrinaggio, dentro la grotta di Massabielle, luogo di grazia che ha la forza di operare un immediato discernimento nei nostri pensieri, nelle parole, nei gesti. È un esercizio al quale dobbiamo dedicarci ogni giorno, iniziando da tutto ciò che riguarda la vita dell’associazione».

Daniela Catalano

Consiglio Direttivo O.F.T.A.L. diocesana

Presidente

Carlo Cebrelli

Consiglieri eletti

Angelo Asiotti

Franca Maria Bruni

Stefano Ferrara

Maria Gloria Garavani

Marina Litta

Patrizia Mauri

Lella Zanini

Consiglieri di nomina episcopale

Pierpaolo Boffi

Maria Gallo

Elena Santinoli

Claudio Scarabelli

Collegio dei Revisori

Anna Maffoni

Fabio Bruni

Silvia Defilippi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *