Santa Maria Domenica Mantovani

Visualizzazioni: 152

Da oggi la mia ventennale rubrica cambia sede. Dopo alcuni anni di permanenza nella pagina del Vangelo, approda in quelle dedicate alle Rubriche. In questa accattivante collocazione, continueremo il viaggio alla scoperta della vita dei Santi e dei Beati, che sono ricordati nella settimana, uomini e donne che hanno annunciato la Parola del Signore e che sono il vanto di tutta la Chiesa.

Nel numero odierno conosciamo Maria Domenica Mantovani, una religiosa canonizzata recentemente dal Papa, il 15 maggio 2022. Nacque a Castelletto di Brenzone, in provincia di Verona il 12 novembre 1862 e fin da piccola ricevette una buona educazione cristiana, dimostrandosi incline alla preghiera e maturando una profonda sensibilità religiosa. Frequentò la scuola primaria, ma non proseguì gli studi perché povera. A 15 anni conobbe il nuovo parroco, poi beato, don Giuseppe Nascimbeni, che fu la sua guida spirituale e che trovò in lei una valida collaboratrice nelle attività parrocchiali. La santa, iscritta alla Pia Unione delle Figlie di Maria, fu sempre modello per le sue compagne. Devota all’Immacolata, l’8 dicembre 1886 emise il voto di verginità nelle mani di don Giuseppe e chiese alla Madonna di vivere la propria vocazione. Il parroco, poco dopo, le propose di aiutarlo nella fondazione di una nuova congregazione, quella delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, di cui fu prima superiora generale. Con 4 compagne fece la professione solenne il 4 novembre 1892 nella realtà ispirata alla regola del Terz’Ordine Regolare di San Francesco. Dopo la morte del sacerdote, guidò l’istituto con profondo senso di responsabilità e il 3 giugno 1932 ottenne dal Papa l’approvazione delle Costituzioni. La congregazione proseguì poi le attività apostoliche e caritative e si diffuse, con circa 150 case, in Italia e all’estero. Maria Domenica morì il 2 febbraio 1934, a 71 anni, per complicazioni influenzali. La sua salma è stata tumulata, con quella di don Nascimbeni, nella cappella dell’istituto di Castelletto di Brenzone. La memoria liturgica è stata fissata al 4 febbraio.

cadarita@yahoo.it

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *