Il Perosi Festival parla sempre più… tortonese

Visualizzazioni: 403

L’edizione numero 8 inizierà il 16 settembre in cattedrale. Molti i musicisti della città che saranno coinvolti, dal maestro Andrea Albertini al baritono Filippo Polinelli. I concerti trasmessi anche nelle RSA per le persone anziane

È stata presentata lunedì 4 settembre a Tortona l’ottava edizione del Perosi Festival, con una conferenza stampa nelle sale del Museo Diocesano che ha visto la partecipazione di don Paolo Padrini, direttore artistico della manifestazione, Pier Luigi Rognoni, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, Luciano Mariano, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Corrado Bonadeo, consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Federico Chiodi, sindaco di Tortona, Lelia Rozzo, responsabile Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tortona, Andrea Albertini, direttore d’orchestra.

La manifestazione prenderà ufficialmente il via il 16 settembre, dopo le anteprime estive, nella sua rinnovata, e ormai consolidata, formula avviata con successo nel 2016.

L’ottava edizione della rassegna musicale dedicata al sacerdote compositore tortonese è pronta a far vibrare le corde dell’anima con una serie di spettacoli che arricchiranno l’autunno e l’inverno della città natale di Lorenzo Perosi. Non è un caso, infatti, che il primo spettacolo in programma abbia come titolo Lorenzo Perosi, il volo dell’anima e vedrà tra gli artisti sul palco anche il direttore d’orchestra di Tortona, conosciuto a livello internazionale, Andrea Albertini, che torna in città proprio per testimoniare il suo ruolo come luogo di produzione musicale e come polo culturale in tutta la regione Piemonte. Il maestro sarà accompagnato dall’ensemble musicale “Le Muse”, interamente composto da voci femminili, e dal coro “Erato” di Novara, in cui spicca il nome del baritono tortonese Filippo Polinelli, di Alessandro Fantoni e di Alberto Angeleri (tenori). Il 16 settembre alle 21, in cattedrale, saranno eseguiti brani inediti di musica sacra di Perosi, risalenti all’epoca in cui il sacerdote era direttore della Cappella Marciana di Venezia.

«Verranno proposti diversi pezzi accomunati dal respiro veneziano che hanno influenzato il maestro nei suoi anni alla Cappella Marciana» – ha spiegato Andrea Albertini invitando tutti a partecipare «all’evento che vedrà l’esecuzione anche di una vera e propria chicca tratta dai quaderni di Perosi». Il Festival proseguirà poi con eventi distribuiti a ottobre, novembre e dicembre.

Anche quest’anno il Concerto dell’Anniversario, il 15 ottobre, si riveste di particolare rilevanza, con l’intervento di personalità che daranno ulteriore prestigio al nome di Lorenzo Perosi e di Tortona. Alle 19, sempre in cattedrale, il pubblico potrà assistere all’esecuzione, in prima assoluta, della Messa della Redenzione, scritta dal compositore nel 1933, Anno Santo della Redenzione istituito da Papa Pio XI. L’opera, finora eseguita solo per la canonizzazione di San Giovanni Bosco a Roma, sarà interpretata dal coro “Guillou Consort”, un complesso corale italiano che ha ottenuto fama e successo in tutta Europa. Ospiti della serata saranno monsignor Valentino Miserachs Grau, compositore e direttore di coro spagnolo, già preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra e monsignor Giuseppe Liberto, già direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina, insieme all’attuale direttore monsignor Marcos Pavan. In quell’occasione verrà benedetta una targa in ricordo dei 150 anni dalla nascita di Lorenzo Perosi che resterà esposta in duomo.

Una commistione particolare tra musica sacra e non sarà, invece, il clou del terzo concerto in cartellone, come suggerisce anche il titolo Preghiere nell’opera lirica. Il Coro “Vallongina” di don Roberto Scotti proporrà brani non solo perosiani ma anche tratti da opere liriche che abbiano come focus la preghiera. La parte strumentale è affidata all’orchestra sinfonica “Colli Morenici”.

A dicembre si terranno altri eventi di carattere sacro e non solo nella prestigiosa location del teatro “Civico” di Tortona. Già confermata la presenza della flautista di fama internazionale Elena Cecconi che insieme ad Ana Ilic al pianoforte compone il Duo “EleAna”. Saranno eseguite musiche di Lorenzo Perosi trascritte per flauto e pianoforte, insieme a brani firmati da altri prestigiosi compositori.

La nuova edizione del Perosi Festival rimane nel solco della tradizione per quanto riguarda la qualità degli eventi proposti e il focus sulle emozioni che solo la musica sa muovere e suscitare, ma si rinnova con una formula ancora più inclusiva che unisce la dimensione live a quella digitale. Tutte le esibizioni, infatti, saranno disponibili on demand sulla nuova piattaforma di Radio PNR vincerotv.com/tv. I concerti saranno poi trasmessi in differita presso alcune strutture RSA in modo che anche le persone più anziane e in difficoltà possano fruire della grande musica.

«Il progetto – ha spiegato Lelia Rozzo dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi – vuole favorire l’interazione sociale tra le persone più anziane e la loro partecipazione attiva alla vita cittadina nell’ambito di “Città e Cattedrali” ».

La rassegna è organizzata dai firmatari del Protocollo d’Intesa “Perosi60: Tortona Città della Musica”. «Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione delle iniziative – ha affermato il sindaco Federico Chiodi – che permettono al Perosi Festival di esprimersi al massimo del suo potenziale. Sono particolarmente felice del progetto che vede il coinvolgimento delle RSA tortonesi e di tutte le attività di PerosiEDU che mirano alla promozione della città e delle sue eccellenze musicali, come testimonia la presenza sul palcoscenico di diversi musicisti tortonesi, come il maestro Andrea Albertini e il baritono Filippo Polinelli. Tortona cresce nel nome di Lorenzo Perosi e di tutte le realtà nate per dare prestigio alla sua figura, come la Civica Accademia musicale ».

Anche per questa edizione Perosi Festival vanta il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona. «Siamo orgogliosi di sostenere questa iniziativa – ha assicurato il presidente della Fondazione CRTortona Pier Luigi Rognoni – che cresce di anno in anno dando prestigio a Lorenzo Perosi e a Tortona».

Il Perosi Festival ha il patrocinio della Provincia di Alessandria e del Pontificio Istituto di Musica Sacra e media partner nazionali come Radio Vaticana e Radio Classica. Come sempre l’accesso agli eventi è gratuito ma è necessaria la prenotazione al sito internet www.lorenzoperosi. net/.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *