Il Grest a Novi Ligure

Visualizzazioni: 129

Il Centro estivo “colorato” della Comunità pastorale

NOVI LIGURE – Giallo sole e azzurro cielo… sono i colori sulla tavolozza per dipingere lo sfondo della tela dell’Estate Ragazzi della Comunità Pastorale “Santa Teresa di Calcutta”. Un’estate da “Batticuore”, come recita il tema di quest’anno! Un insieme di emozioni e di sensazioni che hanno accompagnato il percorso fin dai primi incontri di preparazione. Dopo gli anni di pandemia, di chiusura, di cieli grigi, è subentrata quasi la meraviglia di poter aprire il cuore a un cammino estivo di comunione e condivisione.

Al Centro di Santa Rita e Don Bosco la prudenza e la cautela sono importanti ma la voglia di libertà, di stare insieme e di rivedere finalmente i sorrisi sui volti nascosti dalle mascherine, è fortissima. Allora via, si parte, anzi si riparte! Si rispolverano i vecchi gruppi di whatsapp, si contattano gli animatori e si pensa a come coinvolgerne di nuovi.

Quest’anno, però, è diverso, quest’anno ci sono le emozioni. Gioia e speranza, nonostante la paura e l’incertezza, sono come pennellate sulla tela. E il dipinto comincia a prendere forma: i ragazzi rispondono – non vedevano l’ora di rispondere – “Sì” alla domanda “Ci sei quest’estate al Centro estivo?”. Già perché il centro estivo, prima che per i bambini è una grande esperienza per gli adolescenti, per i giovani animatori. Come un’auto che è stata ferma per un po’ di tempo e ha bisogno di un po’ di rodaggio per ripartire, così i giovani hanno dovuto “rifare” l’esperienza della vicinanza, del mischiarsi insieme, come i colori. Dopo due anni di videochiamate, gli incontri in presenza si sono succeduti, le voci, le risate, i giochi, le idee, le corse, gli scherzi, la musica e le domande, tante domande! Tutto insieme, tutti insieme.

E il leggero venticello dell’amicizia ha cominciato a soffiare leggero, portando con sé un profumo soave di accoglienza, ascolto e gratitudine. Tutto si rivitalizza ed è pronto per il 13 giugno, il giorno dell’inizio del Centro estivo. Grande l’attesa: i bambini sono assonnati ma impazienti di scoprire le novità ma anche di ritrovare i luoghi familiari e gli animatori conosciuti. Alcuni animatori ritrovano i bambini cresciuti e cambiati e i genitori trovano volontari adulti preparati e rassicuranti. È l’estate ragazzi, è l’appuntamento imperdibile, un’esperienza di animazione che al “Don Bosco” e al “Santa Rita” è molto di più. È un legame che non si spezza durante l’anno, cambia come cambiano le stagioni e ogni anno porta i suoi frutti. Forse il centro estivo comincia a giungo ma… non finisce mai! Alla tela, però, manca l’ultima pennellata… un grande “Grazie” finale!

Rosa Carbone

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *