Archive

Categoria: Attenti al come

Se regalate fiori, vini e libri

di Patrizia Ferrando In questo momento, tutti speriamo di tornare presto a scambiarci inviti a pranzo e a cena, a frequentare la nostra cerchia di amici e conoscenti anche con quel pizzico di ritualità italiana insita nello spirito conviviale. E…

I famigerati “pensierini”

di Patrizia Ferrando Scegliere regali per alcuni è un piacere, per altri una poco simpatica incombenza, per altri ancora una mezza tortura. Ma, se i doni da fare alle persone di famiglia e agli amici in occasione di qualche ricorrenza…

L’ambiguità del coltello

di Patrizia Ferrando Uno dei metodi migliori per comprendere, e quindi imparare, le regole del galateo, è tenere a mente che non nascono dal nulla e, quando la loro matrice non si intuisce subito, probabilmente ne va indagato il motivo…

Dove metto la borsa?

di Patrizia Ferrando I momenti, per così dire, fatali: quelli in cui ci ritroviamo a non saper cosa fare, lì, sospesi in un gesto a metà, e nel vago rimpianto di non ricordare, o non aver mai appreso, la mossa…

A tavola con Leonardo da Vinci

di Patrizia Ferrando Convitati e dignitari non erano certo parchi in libagioni e pasti pantagruelici alla mensa di Ludovico il Moro. Le pietanze venivano servite tutte insieme, e non si parlava, come oggi, d’impiattamento: le portate diventavano elementi scenici, tesi…

«Com’è umano lei»

Il povero ragionier Ugo Fantozzi, nel “lei” con cui si rivolgeva al megadirettore, riassumeva intere costellazioni fatte di deferenza distorta, imbarazzo, assuefazione al disagio. Ma a tutti noi, o quasi, è accaduto di esitare nel rivolgerci a qualcuno, o nel…

Gli argomenti da evitare

di Patrizia Ferrando La settimana scorsa abbiamo parlato di come “modulare” una conversazione; la domanda classica, però, suona più o meno così: «Di cosa parlo?». Contano l’occasione e gli interlocutori, a non cambiare è la giusta spontaneità. La risposta, secondo…

Kit del perfetto conversatore

di Patrizia Ferrando La conversazione è un piacere della vita, un’esperienza per arricchirsi sul piano emotivo e intellettuale; ma può diventare anche un terreno insidioso, dove per leggerezza, disattenzione o perfino timidezza, vanno ad attecchire pessime figure o, peggio, si…

«Piacere» non si dice

di Patrizia Ferrando Abbiamo bisogno delle buone maniere? La domanda è retorica solo in apparenza. Mi presento cominciando da un punto interrogativo, perché spero che insieme faremo un viaggio interessante, e ringrazio Il Popolo per l’opportunità di esplorare con voi…