Malfatti con zucchine al pomodoro

Visualizzazioni: 1543

“Albergo ristorante Selvatico”
Via Silvio Pellico, 19 – Rivanazzano Terme (PV)
Tel: 0383 944720;
www.albergoselvatico.com

Il ristorante “Selvatico” di Rivanazzano Terme presenta i malfatti di zucchine al pomodoro, un piatto molto gustoso, che può accontentare anche i palati più fini, grazie al quale il locale è stato recentemente inserito tra i “Ristoranti del Buon Ricordo”.

A “insegnarci” la ricetta è la signora Piera, cuoca dell’Alleanza Slow Food, che si occupa in prima persona della gestione del ristorante a partire dalla scelta delle materie prime. In cucina è coadiuvata dalla figlia Michela mentre l’altra figlia, Francesca, con il marito Sergio, si dedica al servizio ai tavoli e all’accoglienza degli ospiti. Il “Selvatico” è anche albergo, dispone di spazi per incontri e manifestazioni e di un centro benessere.

Dosi per 6 persone

Ingredienti:

1 kg. di zucchine, gr. 300 di pane grattugiato, gr. 200 di farina, gr. 200 di grana padano, gr. 100 di burro, 4 tuorli, 2 acciughe, 2 rametti di maggiorana, 1 spicchio d’aglio, 1 pizzico di noce moscata, 1 kg. di pomodori da sugo, gr. 100 di olio extravergine, gr. 100 di cipolla tritata finemente, 1 cucchiaio di farina, qualche foglia di basilico, sale e zucchero.

Preparazione:

Per i malfatti: grattugiare le zucchine. Far sciogliere in un tegame il burro, profumare con l’aglio e i rametti di maggiorana, aggiungere i filetti d’acciuga che con l’aiuto di una forchetta saranno stemperati nel condimento. Togliere l’aglio e i rametti di maggiorana. Nello stesso tegame tostare il pane grattato, versarvi le zucchine, lasciare andare per 5 minuti, mescolando in modo da ottenere un impasto ben amalgamato. Versare il tutto sulla spianatoia, completare con la farina, il grana, le uova, la noce moscata, controllare il sale. Impastare. Dividere in pezzi e uno alla volta con le palme delle mani infarinate dare la forma di bastoncini di 3 cm. Allinearli in un vassoio ricoperto da una salvietta leggermente infarinata.

Per la salsa di pomodoro: far rosolare in un tegame l’olio con la cipolla, ritirare il tegame dal fuoco, mescolarvi la farina a calore moderato, far ben incorporare nel soffritto. Aggiungere la polpa di pomodoro passata al setaccio. Far cuocere per circa 45 minuti. Unire le foglie del basilico, il sale e lo zucchero e lasciare ancora per 5 minuti sul fuoco.

Gettare i malfatti in acqua bollente salata, ritirarli con il ragno quando affiorano in superficie, farli insaporire nel sugo di pomodoro. Versare i malfatti nei piatti individuali, spolverare con il formaggio grana, decorare con una foglia di basilico.

Piera Selvatico

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *