Il 25 Aprile e il 1° Maggio: le cerimonie a Novi Ligure

Visualizzazioni: 1387

Il programma delle manifestazioni che coinvolgeranno le associazioni cittadine

NOVI LIGURE – Oggi giovedì 25 aprile la città festeggia il 74° Anniversario della Liberazione, realizzato in collaborazione con Isral (Istituto per la storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Alessandria) e Anpi (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), sezione di Novi Ligure. Il programma inizia alle ore 9.30, nel piazzale Divisione Acqui con la deposizione di una corona e una breve sosta presso il Monumento dedicato ai Caduti di Cefalonia, realizzato da Giuseppe Ansaldi a ricordo del sacrificio della Divisione Acqui.

La Santa Messa al campo sarà celebrata in piazza Pascoli, presso il Monumento ai Caduti, alle ore 10. Seguiranno i saluti del Sindaco di Novi Ligure, del Presidente Anpi di Novi Ligure Gianni Malfettani e del Partigiano combattente dott. Franco Barella.

La Commemorazione sarà tenuta dal prof. Pier Maria Ferrando, figlio del partigiano Comandante Scrivia.

Parteciperà anche il Corpo Musicale bandistico “Romualdo Marenco”. In caso di mal tempo la cerimonia si svolgerà presso la parrocchia di Sant’Antonio in viale Rimembranza.

Saranno deposte corone in piazza XX Settembre a ricordo del sacrificio di Max e presso la Scuola Media Statale “G. Boccardo” a ricordo dei Caduti della Tuara.

In Val Borbera, a Pertuso, frazione di Cantalupo Ligure, alle ore 16, è prevista la deposizione di una corona alla stele della Divisione PinanCichero, con l’intervento del Presidente Anpi di Novi Ligure. Lunedì 29 aprile, alle ore 10.30, presso la Scuola Media Statale “G. Boccardo”, si terrà la commemorazione dei Caduti alla Tuara.

La cerimonia si aprirà con i saluti del Sindaco Rocchino Muliere, del Dirigente scolastico Filippo Pelizza e del Presidente Anpi Gianni Malfettani.

Seguirà l’intervento di Mariano Santaniello, Presidente Isral. Al termine della commemorazione, presso l’aula Magna della scuola, gli alunni proporranno delle letture tratte da “Ma, fu solo un attimo” di Franco Barella (Lupo).

Molti anche gli eventi collaterali, iniziati ieri, mercoledì 24 aprile, alle ore 21, al Museo dei Campionissimi con il concerto “Note Di Costituzione” che ha visto sul palco i “Vallotti’s Wind Ensemble”, strumentisti dell’Orchestra Classica di Alessandria e Giuseppe Canone, direttore e bandoneon.

Fino al 4 maggio, presso l’Androne di Palazzo Dellepiane, è possibile visitare la mostra “La bicicletta nella Resistenza”. Infine, dal 26 aprile al 12 maggio presso la Biblioteca Civica sarà aperta l’esposizione bibliografica sul tema della Resistenza.

In occasione della “Festa del Lavoro”, l’amministrazione comunale novese ha organizzato la manifestazione provinciale, che si svolgerà nella giornata di mercoledì 1° maggio. Il consueto corteo per le vie cittadine avrà inizio alle ore 10.30 (ritrovo alle 10.15 in piazza Falcone e Borsellino, davanti alla stazipne ferroviaria). Alle ore 11 sarà deposta una corona di fiori al monumento ai Caduti sul Lavoro (Giardini Pubblici).

Dopo il saluto del Sindaco, interverrà Marco Ciani, Segretario Generale Cisl AlessandriaAsti, in rappresentanza delle tre principali organizzazioni sindacali (CGIL, CISL e UIL).

Alla giornata parteciperà il Corpo Musicale “Romualdo Marenco”.

Il programma della “Festa del Lavoro” proseguirà nel pomeriggio. A partire dalle ore 16, sempre presso i Giardini Pubblici, in piazzale Partigiani, saranno aperti gli stand delle associazioni del territorio e le bancarelle di piccolo artigianato e hobbistica. Dalle ore 18 alle 23.30 si terrà il concerto del 1° maggio, con l’esibizione di gruppi musicali giovanili a cura del Punto Giovani, con la collaborazione dell’associazione “Fantomatica”.

Davide Daghino

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *