Un brindisi per “Ascolta l’Africa”

Visualizzazioni: 1064

L’aperitivo solidale alla Cascina Rombetta per sostenere la missione di Murayi

 

NOVI LIGURE – Domenica 14 luglio si è svolto presso la Cascina Rombetta (Azienda Agricola Valditerra) l’Apericena Solidale di Ascolta l’Africa, questo evento benefico è stato fortemente voluto dall’associazione poiché il ricavato raccolto durante la serata verrà devoluto a sostegno del progetto “Scolarizzazione 2019” nella Missione di Murayi in Burundi. Il progetto in questione è nel cuore dell’Associazione da molto tempo e viene sostenuto ogni volta che se ne ha la possibilità poiché i volontari sanno, le suore insegnano e i ragazzi africani hanno imparato, che la cultura e la possibilità di accrescere il proprio sapere sono tra i mezzi più importanti per provare a modificare il Paese e la sua situazione interna. Tra poco meno di una settimana un gruppo di volontari dell’associazione partiranno alla volta di Murayi e, oltre al mantenimento degli altri progetti in corso, lavoreranno insieme ai ragazzi nei “campi di lavoro” ovvero in campi estivi dove i giovani del posto si impegnano per qualche settimana in estate svolgendo lavori comunitari al mattino e attività ricreative al pomeriggio, al termine del campo verrà consegnato a tutti i ragazzi lo stipendio per il lavoro svolto che verrà utilizzato per sostenere la retta scolastica dell’anno seguente.

Questo è stato quindi lo scopo dell’Apericena Solidale: far conoscere una realtà diversa dalla nostra e raccogliere fondi per questo importantissimo progetto. La serata ha riscosso interesse nella popolazione novese e non, nonostante il tempo inclemente, infatti, hanno partecipato circa 130 persone e diversi bambini, tra le presenze quella di don Livio Vercesi, “padre” dell’associazione e uno dei fondatori della missione e di Suor Iolanda responsabile del “Centro Giovanile” in Italia e suora missionaria che da anni risiede a Murayi. Non sono mancate nemmeno le autorità locali tra cui il vicesindaco di Novi Ligure Diego Accili.

Per concludere, sono necessari i ringraziamenti molto sentiti: a Laura Valditerra, per la bellissima location e il vino “La Cantina di Fra Lele”, a Stefano Moccagatta per il vino “Villa Sparina”, a Gabriele Ancarani per la squisita torta “Pasticceria La Pieve”, alla Piberplast Spa per le stoviglie, alla Saiwa Gruppo Mondelez per i loro prodotti e, infine, a tutte le persone che hanno partecipato alla serata e hanno aperto il loro cuore e dato il loro contributo per una causa importante.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *