Tutti a teatro a Gavi e Arquata Scrivia

Visualizzazioni: 29

La stagione della “Juta” e del “Civico” inizia il 22 gennaio con un omaggio al grande “Airone”

ARQUATA SCRIVIA – Dal 22 gennaio i teatri di Arquata e Gavi ospiteranno “Re-match”, la nuova stagione organizzata dall’associazione culturale Commedia Community in collaborazione con il Collettivo Teatrale Officine Gorilla, il Comune di Arquata e il contributo del Comune di Gavi, della Fondazione Cr Torino e della Regione Piemonte. Si parte il 22 gennaio, ad Arquata, dove alle ore 21 andranno in scena Nino Formicola e Sabina Negri (nella foto) con “Angelo Fausto Coppi – L’e- roe nato contadino”, uno spettacolo che racconta il mito di uno dei più grandi sportivi di sempre e la vita dell’uomo, fondendoli in una confessione che prende il via dal processo per adulterio. Seguirà u-na serata di musica e cinema il 27 gennaio al “Civico” di Gavi, in cui gli “Yo Yo Mundi”, a distanza di vent’anni dall’uscita dell’album “Sciopero”, torneranno sul palco con la sonorizzazione dell’omonimo film del regista sovietico Sergej Michajlovic Ejzenstejn. La proiezione del film sarà affiancata dal commento sonoro suonato dal vivo. Da febbraio e fino al 14 maggio saranno tanti gli spettacoli in cartellone. Tra questi, a Gavi, giovedì 10 febbraio “La leggenda del pallavolista volante” con il campione del mondo di volley Andrea Zorzi che insieme a Beatrice Visibelli sarà protagonista di un momento in cui lo sport incontra il teatro e si fa metafora della vita. Sabato 26 marzo, sul palco del Teatro della Juta di Arquata salirà Antonio Ornano. Il comico genovese metterà in scena “L’ornano furioso”, un testo di stand up comedy scritto insieme a Simone Repetto, Carlo Turati e Matteo Mon- forte con la produzione di Savà Produzioni Creative e Amaca. Un monologo che rappresenta un’ulteriore tappa, forse l’ultima, di un personalissimo viaggio alla scoperta delle fragilità umane. Al Civico di Gavi, sabato 9 aprile alle 21 sarà la volta di Claudio Lauretta, in arte “Mister Voice” per la sua capacità di modulare e modificare la sua voce e quella di imitare una moltitudine di personaggi. L’artista novese, accompagnato da Sandro Picollo alla chitarra, presenta “Imitamorfosi”, in cui l’imitazione si fonde con la metamorfosi e dove l’attore, il cantante o il politico di turno sono proposti in modo fantasioso, svelandone i tic, le manie e i comportamenti. Per scoprire tutti gli altri appuntamenti e per prenotare si si può visitare il sito del teatro (accademiadellajuta.it). «Per ringraziare il pubblico che ci ha seguiti in questo periodo complicato, abbiamo deciso di seguire una politica di prezzi “popolari”, fissando il costo del biglietto a 12 euro e a soli 8 euro per gli under 18, anche per tutti gli spettacoli» ha spiegato il direttore artistico Enzo Ventriglia.

Luca Lovelli

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *