San Luigi Maria Palazzolo

Visualizzazioni: 84

Il santo di questa settimana è stato canonizzato appena un mese fa, il 15 maggio, in piazza San Pietro a Roma.

San Luigi Maria Palazzolo, sacerdote di Bergamo, fondatore delle Congregazioni delle Suo- re Poverelle e dei Fratelli della Santa Famiglia, è ricordato dal Martirologio Romano nel suo dies natalis, il 15 giugno, ma per la Diocesi di Bergamo e per le Suore delle Poverelle la memoria liturgica è stata stabilita il 22 maggio, anniversario della fondazione dell’Istituto.

Il santo nacque il 10 dicembre 1827, ultimo di nove figli, e fin da adolescente, tutte le settimane si recava all’ospedale e nelle case private a visitare i poveri infermi. Non ancor dodicenne, entrò nel ginnasio pubblico della città, nel quale si distinse per i risultati. Nel 1844 iniziò lo studio della filosofia nel Seminario; nel 1846 passò allo studio della teologia. Il 23 giugno 1850 fu ordinato sacerdote. Don Luigi scelse di dedicarsi ai giovani dell’Oratorio della Foppa, nel centro più povero della parrocchia. Decise anche di aprire una scuola invernale per operai e contadini poveri, che di giorno dovevano lavorare. Sollecitato da Mons. Valsecchi, suo direttore spirituale, poi vescovo, Luigi si dedicò anche alla cura spirituale delle giovani, accogliendo e seguendo la crescita della Pia Opera di Santa Dorotea, per l’educazione della gioventù femminile. Adibì una casetta di sua proprietà come sede per l’Oratorio femminile, che fu inaugurato e intitolato a S. Dorotea. Per seguire le ragazze fu scelta una giovane maestra, Teresa Gabrieli, che con due giovani il 22 maggio 1869, nella chiesa dell’Oratorio maschile, pronunziò i voti di povertà, castità e obbedienza, di inviolabile attaccamento alla S. Sede e ai sacerdoti e di dedizione ai poveri, soprattutto alla gioventù. Pochi giorni dopo don Luigi, recatosi a Roma, durante gli Esercizi spirituali, sentì forte il desiderio di radicale povertà.

Ritornato a Bergamo, decise di vendere tutto. Negli anni successivi la comunità delle suore delle Poverelle continuò a espandersi. Nel frattempo pensò a un ricovero per orfani, figli di agricoltori, affidando loro la coltivazione dei terreni in una tenuta coltivata a mezzadria. Avviata quella comunità nel 1872, don Luigi le diede una Regola, ispirandosi a quella dei Padri della Sacra Famiglia, fondati a Martinengo da santa Paola Elisabetta Cerioli e utilizzando lo stesso nome. Dopo mesi di sofferenza, morì il 15 giugno 1886, all’età di 58 anni. L’urna contenente le spoglie riposa nella chiesa dell’Istituto delle Suore delle Poverelle.

I Fratelli della S. Famiglia si estinsero nel 1922, ma le suore hanno proseguito l’attività.

Fu beatificato nel 1963.

Daniela Catalano

Don Luigi Palazzolo: il 15 maggio sarà proclamato Santo - Cronaca, Colonna

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *