Prima riunione del Centro Diocesano Vocazioni

Visualizzazioni: 81

Gli 8 membri del gruppo costituito dal vescovo si sono incontrati per iniziare a progettare

TORTONA – Martedì 28 maggio alle ore 18, nel Salone della Curia Vescovile, si sono riuniti per la prima volta i membri del “Centro Diocesano Vocazioni” (CDV), costituito con il decreto datato 16 maggio. L’incontro, alla presenza di Mons. Guido Marini, si è aperto con la presentazione di tutti gli 8 membri. Del CDV fanno parte: don Claudio Baldi e don Paolo Padrini, in qualità di responsabili del percorso propedeutico che si sta svolgendo in Seminario; padre Pierangelo Chiera, quale rappresentante della vita consacrata maschile e formatore dei novizi; suor Nadia Gianolli, rappresentante della vita consacrata femminile; Tiziana Bidone, in rappresentanza della Pastorale Giovanile; Paola Busseti e Stefano Pistore, rappresentanti per la Pastorale Familiare e Milena Sacchi, che rappresenta l’Ufficio Catechistico. Dopo questo primo momento, il vescovo ha presentato al gruppo le proposte che nell’ultimo anno hanno toccato la sfera vocazionale. Durante questo anno pastorale è iniziato il percorso propedeutico preparatorio per i ragazzi del seminario e ci sono stati quattro momenti di Adorazione Vocazionale in cui questi ragazzi hanno incontrato alcune realtà giovanili della Diocesi. Altri momenti importanti sono stati l’esperienza di evangelizzazione in strada del venerdì sera con i novizi, l’Adorazione quotidiana in cattedrale e i pellegrinaggi vocazionali presso i santuari mariani della Diocesi nei mesi di maggio e di ottobre. Va, inoltre, evidenziato che la presenza dei frati risulta essere davvero una preziosa risorsa per la nostra Diocesi e che nell’ultimo anno si è creata una collaborazione molto feconda tra il Seminario ed il Noviziato. Si è, a questo punto, riflettuto sull’importanza di uno sguardo ampio delle vocazioni a cui il Signore chiama, con una particolare attenzione a quella sacerdotale poiché l’Eucaristia è il centro della vita cristiana e senza presbiteri non vi è Eucaristia. Fondamentale è pensare a iniziative che portino a parlare di vocazione con consapevolezza. Alla base deve esserci il fervore della preghiera: più cresce il fervore della comunità nella preghiera, più crescono le vocazioni. Si è concordato su quanto sia indispensabile tornare all’essenziale per cui è importante prestare attenzione a non esagerare con le iniziative, tenendo sempre in considerazione la vastità del territorio diocesano. A partire da queste riflessioni sono stati diversi i punti di condivisione e sono emerse proposte su cui concentrarsi in vista del prossimo anno pastorale che vedrà anche l’inizio del Giubileo. I membri del CDV si sono impegnati a farsi portavoce di quanto condiviso nelle specifiche realtà di pastorale nei quali sono chiamati ad operare. Il Centro Diocesano Vocazioni si è dato appuntamento per mercoledì 18 settembre alle ore 18, sempre presso il Salone della Curia.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *