Le penne nere sui monti Penice, Lesima e Chiappo

Visualizzazioni: 370

La 93^ compagnia del 9° Reggimento Alpini “L’Aquila” protagonista in Oltrepò pavese

di Mattia Tanzi

Nell’anno del 150° anniversario di fondazione del Corpo degli Alpini, la 93^ compagnia del 9° Reggimento Alpini “L’Aquila”, con base a Varzi, ha svolto dal 18 al 23 luglio una serie di attività addestrative che rientrano nel programma delle “150 cime”. Programma che ha preso il via proprio lunedì 18 luglio alle ore 16.30 con l’arrivo degli Alpini al centro sportivo Chiappano mentre alla sera, nella sala consigliare del borgo montano, si è tenuto il ricevimento con il saluto del presidente della Provincia di Pavia e sindaco Giovanni Palli e delle altre autorità. «È stato un grande onore accogliere nel nostro territorio montano la 93^ compagnia del 9° Reggimento Alpini “L’Aquila” nel 150° anniversario della fondazione che coincide con il centenario dell’associazione Nazionale Alpini di Pavia. – afferma Palli – Da sempre gli Alpini rappresentano un orgoglio nazionale per quello che hanno fatto nel corso della storia e per quello che continuano a fare oggi per il nostro Paese. La presenza degli Alpini è stata ancora una volta fondamentale e molto apprezzata durante la Pandemia. In quel difficile periodo le penne nere si sono contraddistinte nella “lotta” contro il Covid».

Martedì 19 luglio le penne nere guidate dal capitano Federico Franceschini sono partite alle 7.30 dallo Sport Hotel Prodongo nel comune di Brallo di Pregola per raggiungere la vetta del Monte Lesima. Nel pomeriggio, dopo il pranzo, sono salite verso la vetta del Monte Penice. Durante l’escursione si è tenuta la resa degli onori al Sacrario della Federazione Volontari della Libertà e un omaggio al Monumento Alpino. Una volta arrivati in vetta sul piazzale del Santuario Mariano si sono svolti gli onori alla bandiera e l’omaggio alla statua del Cristo Redentore.

Mercoledì 20 luglio sono partiti alle ore 8 da Castellaro (nel comune di Varzi) e hanno percorso un tratto della Via del Sale per raggiungere la vetta del Monte Chiappo nel comune di Santa Margherita di Staffora. Alle 12.30 dopo gli onori alla bandiera si è tenuto un pranzo al sacco e per l’occasione è stato aperto il rifugio. Nel pomeriggio il raduno intersezionale a Capannette di Pej nella vicina provincia di Piacenza con l’ammassamento presso l’albergo Capannette di Pej. C’è quindi stata la partenza verso la chiesetta degli Alpini dove il programma è continuato con l’alzabandiera, gli onori ai caduti, la Santa Messa, l’esibizione del Coro Sezionale “Italo Timallo” e gli interventi delle autorità civili e militari presenti. Al raduno hanno partecipato inoltre: le sezioni ANA confinanti con Pavia, Piacenza, Alessandria e Genova, gli alpini in armi della 93^ compagnia, confluiti all’ammassamento dopo la discesa dal Chiappo, i ragazzi partecipanti al Campo Scuola di Rovescala e le autorità della zona.

Giovedì 21 luglio l’evento ha toccato anche il comune di Bobbio, nel Piacentino. Da qui sono saliti sul Monte Pietra Parcellara.

Venerdì 22 luglio gli Alpini si sono recati a Rovescala. Alle ore 10.30 le penne nere hanno incontrato i 30 ragazzi del Campo Scuola mentre nel pomeriggio si sono svolte alcune attività (arrampicata, discesa a corda doppia dal campanile della chiesa… ). Alle ore 18 c’è stata la resa degli onori ai caduti al Monumento all’Alpino e alle lapidi mentre alle 20 i partecipanti hanno potuto assistere al concerto della Fanfara Brigata Alpina Taurinense.

Il programma si è concluso sabato 23 luglio con una visita al Tempio della Fraternità di Cella di Varzi da parte di una delegazione di ufficiali.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *