Facci volare ancora, Tom

Visualizzazioni: 289

di Silvia Malaspina e Carolina Mangiarotti

Il 19 maggio scorso Tom Cruise si è palesato in grande spolvero al festival di Cannes per la presentazione di Top Gun: Maverick, sequel di Top Gun e, mentre calcava il red carpet dardeggiando maliarde occhiate, una formazione acrobatica dell’aviazione francese, con scie dei colori della bandiera nazionale, è sfrecciata sulla sua testa.

Nella nuova pellicola Cruise veste ancora la divisa e gli iconici Ray-Ban a goccia del capitano Pete “Maverick” Mitchell, alle prese con un amore del passato e con un gruppo di giovani piloti da istruire, tra cui Rooster, figlio dell’indimenticabile amico di un tempo, “Goose”, morto durante una missione aerea nel primo film.

In attesa di vedere il sequel, abbiamo ricordato con piacere quando, alcuni anni fa, in una piovosa serata di metà agosto, l’agriturismo presso Assisi nel quale eravamo ospitati ci offrì la sorpresa di un videoregistratore perfettamente funzionate e una collezione di VHS degli anni Ottanta, tra cui proprio Top Gun. Lo stupore di colei che se ne stava beata sulla nuvoletta quando il film uscì nelle sale nell’anno 1986 e le fanciulle più o meno in fiore impazzirono per i magnetici occhi verdi di questo ragazzotto con volitiva mascella americana, fu evidente: «Che bello questo film! Lui ha un sorriso pazzesco!»

Abbiamo quindi seguito con attenzione l’evento di Cannes e i nostri commenti sono stati, crediamo, in linea con quelli di molte altre esponenti del gentil sesso: «È incredibile! Tom Cruise è identico a quando ha girato il primo Top Gun: non è cambiato in nulla, non ha messo su un grammo, non ha perso i capelli, ha solo qualche rughetta in più. Ma sei sicura che abbia 60 anni? I vostri amici cinquantenni sembrano ben più vecchi di lui» «Bontà tua che non hai detto che noi sembriamo messi peggio di lui! Comunque è verissimo: ho visto su un settimanale una foto di “Maverick” del 1986 e una attuale a confronto: devo riconoscere che la differenza è minima. Non sarà che anche Tom Cruise dorma in una camera iperbarica per non invecchiare, come faceva Michael Jackson? Oltre tutto non mi pare nemmeno sia ricorso a pesanti ritocchi estetici.» «Secondo me è così in forma perché pratica moltissimo sport: ho letto che non usa controfigure nelle scene di azione, ha il brevetto da pilota e in Maverick ha realmente pilotato un caccia militare.» Il bello è però arrivato un paio di giorni dopo: alla premiere londinese del film, Tom ha calato l’asso e, con mossa da navigato ma galante seduttore, ha porto la mano a Kate Middleton, per aiutarla a salire alcuni gradini, mentre il di lei consorte, principe William, ha dissimulato in un cavallino sorrisetto di circostanza la punta di gelosia che lo deve aver intaccato. A noi, invece, non resta che volare ancora con il capitano Maverick, almeno per la durata del film.

silviamalaspina@libero.it

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *