Europee in provincia di Pavia e di Alessandria

Visualizzazioni: 123

L’8 e il 9 giugno si è recato alle urne il 55,09% degli elettori. Confermato il dato nazionale. Primo partito FdI, seguito da Pd, Lega e Forza Italia. Male il M5S

Per la prima volta nella storia della Repubblica in una tornata elettorale la percentuale dei votanti scende al di sotto del 50%. Alle Europee di sabato e domenica scorsi si è recato alle urne il 49,69% degli italiani aventi diritto. Nella circoscrizione Italia Nord Occidentale quella alla quale appartengono le province di Pavia, Alessandria e Genova – il dato è più alto: 55,09%.

Primo partito in Italia si conferma Fratelli d’Italia della premier Giorgia Meloni con il 28,81%, seguito dal Partito democratico di Elly Schlein al 24,05%, dal Movimento 5 Stelle al 9,98%, da Forza Italia al 9,65%, dalla Lega al 9,04%, da Alleanza Verdi e Sinistra al 6,69%. Risultati negativi per Stati Uniti d’Europa e Azione che non superano la soglia del 4% necessaria per mandare eletti a Strasburgo.

Da questi dati emergono alcuni punti chiave: la coalizione di governo esce rafforzata; il Pd cresce rispetto alle tornate precedenti, AVS ottiene un ottimo risultato; Forza Italia supera la Lega. Dati che, più o meno, si confermano anche nelle province di Pavia e di Alessandria.

In provincia di Pavia si è recato a votare il 56,2% degli aventi diritto, dato in calo di 8 punti rispetto al 2019. Fratelli d’Italia si attesta al 31,32%, il Pd al 19,15%, la Lega al 18,48%; Forza Italia è il quarto partito con il 9,98%; seguono M5S (6,3%) e Alleanza Verdi Sinistra (5,43%). In provincia di Alessandria l’affluenza è stata del 54,96%. Anche qui Fratelli d’Italia è la prima formazione con il 33,32%. Seguono il Pd (21,41%), Lega (12,71%), Forza Italia (10,39%), M5S (7,51%) e Alleanza Verdi Sinistra (5,20%).

Quanto alle preferenze ottenute dai candidati di casa nostra, nella circoscrizione NordOvest, il leghista Angelo Ciocca si conferma al primo posto con 38.742 voti (cinque anni fa erano stati 89.000), seguito dalla collega di partito Elena Lucchini con 9.812. Entrambi della provincia di Pavia, tallonati a poca distanza da Enzo Amich, della provincia di Alessandria, che per Fratelli d’Italia ha ottenuto 9.769 voti.

Il ritorno di Ciocca all’Europarlamento è legato alle decisioni di Roberto Vannacci che nel Nord-Ovest ha ottenuto 186.609 preferenze: se l’ex generale opterà per altri collegi per Ciocca si riaprirebbero le porte di Strasburgo. Tra i pavesi, Simone Verni e Paola Mazzola del Movimento 5 Stelle hanno raccolto rispettivamente 2.348 e 1.345 preferenze, Silvia Piani di Forza Italia 1.458, Cristian Romaniello di Pace Terra Dignità 327, Elena Nai di Fratelli d’Italia 3.044, Daniela Di Cosmo di Siamo Europei 500.

Sul fronte alessandrino, Sean Sacco del Movimento 5 Stelle 5.983 voti, Enrica Cattaneo di Stati Uniti d’Europa 1.664, Giovanni Barosini di Azione 1.556, Cherima Fteita Firial di Forza Italia 767. Nessuno dei candidati citati (aspettando la soluzione per Ciocca) è riuscito a entrare nel Parlamento europeo.

Marco Rezzani

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *