Crema fredda di piselli

Visualizzazioni: 492

“La cena di Pitagora”
Via San Ponzo 25, Ponte Nizza (PV)
Tel. 0383 53410, 339 3264435;
www.lacenadipitagora.it
Chef: Maria Tarditi

Nel piccolo borgo di San Ponzo, frazione di Ponte Nizza, in Valle Staffora, all’interno di un casale ristrutturato, si trova la locanda vegana “La cena di Pitagora” che prende il nome dal titolo del libro della ricercatrice Erica Joy Mannucci. Il volume è un saggio di storia che ricostruisce, citando opere e fonti, la storia del vegetarianismo in Occidente, da Pitagora ai giorni nostri, con particolare riguardo al tema dei diritti animali.

Maria Tarditi

In una tipica cascina dei primi del ’900, che si affaccia su un cortile abbellito da un romantico pergolato e su un giardino di erbe aromatiche e fiori, ogni fine settimana Davide e Maria accolgono gli ospiti e offrono loro la possibilità di degustare il “Menù gentile”, caratterizzato da cibi genuini provenienti prevalentemente da agricoltura biologica, prodotti stagionali e locali, ricercati con attenzione e gusto. La chef, Maria Tarditi, propone nel suo menù un percorso di degustazione di quattro portate tutte vegetariane, dall’antipasto al dolce, cucinate con fantasia e professionalità, come a casa.

La locanda offre ai suoi ospiti anche due silenziose camere dotate entrambe di bagno privato e ingresso indipendente.

Dosi per quattro persone

Ingredienti:

400 gr di piselli freschi sgusciati, qualche foglia di menta e basilico, 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, sale, 1 mazzo di agretti, 125 gr di yogurt di soia, 1 cucchiaio di semi di zucca tostati, foglie di maggiorana, finocchietto e menta.

Preparazione:

il giorno prima versare lo yogurt in un colino ricoperto con un canovaccio di lino (lavato con acqua e bicarbonato) inserito in un recipiente per raccogliere l’acqua, riporlo in frigorifero per 24 ore e poi condirlo con un goccio d’olio e sale.

Sbianchire gli agretti in acqua bollente, leggermente salata, per quattro minuti, scolarli e metterli in una ciotola di acqua e ghiaccio per fissare il colore, scolarli e condirli con un goccio di olio e sale. Cuocere i piselli in acqua bollente, quando sono teneri, scolarli (tenendo da parte un po’ di acqua di cottura), raffreddarli in acqua e ghiaccio, infine frullarli con l’acqua di cottura fredda, olio, sale, qualche foglia di menta e basilico. Lasciare in frigorifero qualche ora. Impiattare con un coppapasta e decorare con ciuffi di agretti, lo yogurt colato, erbe aromatiche e semi di zucca tostati.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *