Filetto alla Wellington

Visualizzazioni: 625

Ristorante “Aurora Girarrosto” di Cerchi

S.S. per Genova, 13 – Tortona (AL)

Tel. 0131 863033; www.auroragirarrosto.it

Stefania Cerchi

Nella città di Tortona ci sono tanti locali in cui mangiare e bere bene, ma ce n’è uno in particolare che merita una sosta: il ristorante “Aurora Girarrosto”, sull’antica via Postumia, a pochi passi dal centro storico e ai piedi delle colline tortonesi, che vanta una lunga tradizione ed è conosciuto anche a Genova e Milano.

Gli ospiti sono accolti in un ambiente elegante e familiare e possono pure soggiornare nelle confortevoli camere dell’albergo che si affacciano sul giardino interno.

Dal 1948 è un punto di riferimento di una ristorazione attenta alla valorizzazione dei sapori tradizionali e da tre generazioni è gestito dalla famiglia Cerchi.

Oggi Giorgio Cerchi, con la moglie e i figli, riceve i suoi ospiti nelle sale arredate con stile e caratterizzate dalla presenza di un imponente girarrosto che è sempre stato utilizzato per preparare le specialità alla brace come le costate di bue grasso di Carrù e altre selezionate carni della zona.

Il personale di cucina e di sala è affiatato e pronto a soddisfare il cliente in ogni sua richiesta. La proposta gastronomica si basa su un’elevata qualità della materia prima e ha i suoi punti di forza nella pasta fatta in casa, ingrediente base di tutti i primi piatti, nella freschezza del pesce, nella scelta accurata dei prodotti stagionali e nei dolci golosi e ricchi.

Molto vasta e dettagliata anche la carta dei vini piemontesi cui si aggiungono le eccellenze toscane, venete e di altre zone italiane; non mancano anche i migliori vini francesi.

Ingredienti:

filetto di manzo, paté di fegato, funghi porcini e funghi champignon, prosciutto cotto, senape, pasta sfoglia, un uovo, cognac, vi-no bianco, panna, semi di papavero, cipolla, sale e pepe.

Preparazione:

fare rosolare il filetto, sfumarlo con il cognac e lasciarlo raffreddare.

Una volta freddo, spalmarlo di paté, avvolgerlo prima con il prosciutto cotto e poi con la sfoglia. Spennellare con il tuorlo d’uovo e cospargere di semi di papavero.

Cuocere per circa 30/35 minuti in forno preriscaldato a 180° (10 minuti per chilo di filetto).

Per la salsa rosolare la cipolla, aggiungere i porcini e gli champignon, sale e pepe. Sfumare con il vino bianco, fare consumare e aggiungere la panna e il brodo.

Frullare il tutto.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *