Santa Francesca Saverio Cabrini

Visualizzazioni: 62

Il 22 dicembre la Chiesa ricorda santa Francesca Saverio Cabrini, la patrona degli emigranti. Nacque a Sant’Angelo Lodigiano nel 1850, ultima di tredici figli.

Da piccola avrebbe voluto chiudersi in convento, ma il suo desiderio di divenire suora fu a lungo frustrato dalle sue malferme condizioni di salute che la resero cagionevole per tutta la vita. Si diplomò maestra nel 1868 e insegnò per qualche tempo a Castiraga Vidardo, dove accettò l’incarico di accudire a un orfanotrofio, affidatole dal parroco di Codogno.

Spinta dal desiderio di dedicare la sua vita al prossimo e di portare aiuto ai bisognosi, invogliò alcune compagne a unirsi a lei e, dopo varie traversie, fondò, nel novembre del 1880, l’Istituto delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù che, poste sotto la protezione di San Francesco Saverio, dovevano prodigarsi per il bene delle anime.

Lei avrebbe voluto salpare per la Cina, ma grazie all’amicizia che in quel periodo stabilì con il vescovo di Piacenza, mons. Giovanni Battista Scalabrini, venne a conoscenza del grave problema degli emigrati, scaricati dalle stive delle navi nel porto di New York privi della minima assistenza materiale e spirituale. Francesca non ebbe esitazioni, e il 31 marzo 1889, iniziò alla sua opera missionaria, partendo con alcune consorelle alla volta di New York, e affrontando la prima delle traversate verso gli Stati Uniti, il Centro e il Sud America.

Con coraggio riuscì a creare nella metropoli il punto d’incontro e di soccorso degli emigranti, badando agli orfani e agli ammalati, costruendo case, scuole e un grande ospedale prima a New York, poi a Chicago, quindi in California, allargando poi la sua opera in tutta l’America, fino all’Argentina. Per ben 27 volte attraversò l’oceano. Fondò 23 collegi, 137 fra scuole materne, elementari, medie e superiori, 17 orfanotrofi, 8 ospedali, 2 scuole agrarie e altro ancora. Nel 1909 le fu conferita la cittadinanza americana. A chi le chiedeva motivo del successo di tante opere, madre Cabrini rispondeva con sincera umiltà: “Tutte queste cose non le ha fatte forse il Signore?”. A Chicago, al Columbus Hospital da lei fondato, dopo un ennesimo viaggio, morì il 22 dicembre 1917. Il 7 luglio 1946 fu canonizzata e nel 1950 proclamata Patrona di tutti gli Emigranti. Santa Francesca Cabrini è stata la prima santa degli Stati Uniti d’America. A Sant’Angelo Lodigiano, il paese dove nacque, la sua casa è stata trasformata in piccolo museo e centro di documentazione con centinaia di pubblicazioni di vario genere e in diverse lingue, con materiale portato da tutto il mondo.

Daniela Catalano

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *