Storia e geografia della cultura del vino

Visualizzazioni: 117

Il 30 settembre la serata organizzata dalla SOMS

NOVI LIGURE – Il Gruppo di Cultura Materiale della SOMS Novi, in collaborazione con la Delegazione di Alessandria della FISAR, venerdì 30 settembre, alle ore 20.30, presso la sede dell’associazione novese, organizza un incontro sul tema “La Retzina, il Barolo e altri vini da viaggio”, dedicato alla storia delle conoscenze geografiche attraverso il vino.

Protagonista sarà Francesco Surdich (nella foto), storico di fama internazionale e figura di spicco per la Storia delle Esplorazioni Geografiche, materia che ha a lungo insegnato all’Università di Genova, nella quale è stato anche preside della Facoltà di Lettere.

Il professor Surdich ha recentemente pubblicato un saggio dal titolo Consumo, produzione, commercio e significato simbolico del vino nei resoconti dei viaggiatori, nel quale si evidenziano i legami tra vino e viaggi nel corso di varie epoche e si citano molti vini.

Alcuni di questi vini saranno anche degustati nel corso della serata, presentati da Maurizio Fava, presidente SOMS ma nel caso specifico uomo del vino, autore di libri e saggi sull’argomento, docente e critico enologico, già primo Direttore del Consorzio del Gavi e della Banca del Vino di Pollenzo, oltre che di aziende vinicole sul territorio nazionale.

La degustazione, però, sarà riservata solo a 20 persone e la quota di partecipazione è di 25 euro (20 per i Soci SOMS e FISAR). L’ingresso, invece, è libero per la conferenza, ma sempre con obbligo di prenotazione.

Per prenotare farà fede la data e l’orario di arrivo delle mail che devono essere inviate alla SOMS (mail: somsnovi@hotmail.com) e nelle quali è necessario specificare se si intende partecipare solo alla conferenza o anche alla degustazione.

Saranno accettati al massimo due nominativi per prenotazione e sarà creata la lista d’attesa per chi resterà escluso.

Ulteriori informazioni sulla pagina Facebook della SOMS novese.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *