State #alfresco

Visualizzazioni: 447

di Patrizia Ferrando

Quando l’estate avanza, ritorna la voglia di festeggiare e pranzare all’aperto, di sentire, nonostante le bizze del meteo, i profumi tiepidi, le risate, il particolare clima leggero che ci sembra di stare in vacanza anche se non ci muoviamo da casa. Questo tipo di convivialità è considerato un modello estetico italiano: con l’hastag #alfresco si trovano innumerevoli foto con pergolato e terrazze che inducono inglesi e americani a sognare. In questi casi, il galateo, che sempre c’invita a un alto grado di attenzione verso gli altri, si dipana soprattutto nel concentrarsi su quanto può influire sul benessere e il coinvolgimento di tutti.

Ad esempio: guardate con occhio critico l’ambiente ed evitate tutte le situazioni che potrebbero essere scomode per chi non cammina bene o non ha movimenti scattanti e quelle che potrebbero costituire un pericolo per bambini intraprendenti (o animali curiosi, se doveste decidere che accompagneranno i vostri ospiti). Se è soleggiato, predisponete un telone, uno o più ombrelloni che possano riparare i vostri ospiti dal sole mentre mangiano, la sera invece potranno fare da barriera contro l’umidità, inoltre aiuteranno a proteggervi da fortuiti incidenti dati dagli escrementi di volatili di passaggio, che sovente sembrano colpire quando meno uno se l’aspetta.

Se avete delle grandi piante, considerate che potrebbero attirare gli insetti, quindi posizionate la tavola in una zona dove i commensali possano stare tranquilli. Una cura in più sarà sistemare un piano con salviettine e nebulizzatori repellenti e uno stick dopo puntura. Le candele alla citronella, oltre a creare una piacevole atmosfera, vi saranno d’aiuto.

Il bel tempo potrebbe cambiare all’improvviso, dunque siate pronti con un piano B: tra temporali e vento non si sa mai… e nulla deve cogliervi di sorpresa.

Se avete ospiti fumatori, sarà necessario un angolo del terrazzo o del giardino con almeno un paio di sedute e un tavolino con il posacenere dove possano fumare comodamente. Anche se siete salutisti non potete imporre le vostre convinzioni agli altri.

Bon ton e buonsenso consigliano di utilizzare candele solo la sera e di valutare il vento onde evitare che qualcosa prenda fuoco. Di regola le fiamme dovrebbero essere sempre protette.

Pensiamo anche a chi non fa parte della compagnia: attenzione al tono della voce e al volume della musica soprattutto nel primo pomeriggio e dopo le ventitré.

Scegliete un centrotavola con fiori colorati e apparecchiate la tavola in modo informale ma curato. In questa stagione potrete sbizzarrirvi anche utilizzando frutta e verdura che i mesi caldi dell’anno regalano in differenti varietà e colori variegati.

patrizia.marta.ferrando@gmail.com

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *