«Sottratte risorse alla Medicina»

Visualizzazioni: 206

La riapertura del reparto sub acuti a Varzi scatena le critiche dei sindacati

VARZI – Lunedì 6 febbraio ha riaperto il reparto di cure sub acute dell’ospedale di Varzi con 8 posti letto. Una riapertura che ha scatenato le polemiche da parte di F.P. Cgil, attraverso il segretario generale Americo Fimiani e Patrizia Sturini. Secondo i rappresentati dei sindacati il reparto dotato di 15 posti letto, a seguito della carenza di personale, 10 infermieri in tutto, rischia di paralizzare la struttura e di far fare doppi turni, se non addirittura di far saltare i periodi di ferie e di riposo, ai 10 infermieri che dovranno occuparsi della gestione. Alle perplessità che erano state avanzate proprio dalla Cgil era subito arrivata la replica da parte di Asst informando che non erano state ancora prese decisioni ufficiali di carattere organizzativo. «Siamo di fronte – sottolinea Patrizia Sturini della segreteria provinciale della Fp Cgil – all’ennesimo fallimento di questa politica che depotenzia il sistema sanitario pubblico. Abbiamo potuto costatare che questa scelta non ha prodotto alcun risultato. Infatti ad oggi nei famosi 8 posti letto attivati presso l’ospedale di Varzi in un reparto che ne potrebbe ricoverare 15, ci sono solo 5 pazienti ricoverati. In sostanza sono state sottratte risorse al reparto di Medicina che attualmente è in sofferenza in quanto ha una presenza di 26 pazienti che richiedono minutaggi di assistenza elevati, per spostare 5 infermieri e 5 operatori socio sanitari in un reparto che attualmente è occupato da 5 pazienti».

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *