Servizi, sanità e rifiuti nell’agenda comunale

Visualizzazioni: 55

Le urgenze da affrontare nei mesi autunnali

TORTONA – Settembre dicono che sia il lunedì dei mesi, soprattutto per le attività che si svolgono a cavallo dei due anni solari, con il periodo estivo come spartiacque.

L’attività amministrativa del Comune si basa sull’anno in corso ma l’approvazione della sessione di bilancio a fine luglio rimanda l’apertura dei principali fascicoli a dopo le vacanze estive. In particolare quest’anno ci sono molte questioni in sospeso legate al Covid, alle attività rimandate nei mesi scorsi e, soprattutto, alla scuola.

Tra le urgenze ci sono alcuni servizi e in particolare il trasporto scolastico, che sarà avviato probabilmente a ottobre e che è stato appaltato alla ditta Autostradale, erede della storica Arfea. La pianificazione andrà nel solco di quanto attivato lo scorso anno, seguendo le nuove linee guida di cui in questi giorni si discute circa i posti disponibili e la durata delle corse.

Un altro importante tema da sviluppare è la nuova raccolta differenziata dei rifiuti, rallentata rispet- to al programma di giugno della società Gestione Ambiente per la consegna dei nuovi cassonetti.

«Un ritardo comprensibile dato il periodo estivo e il Covid, ma che ora richiede un’accelerazione an-che per far partire al più presto il nuovo sistema e alzare la percentuale di differenziata in vista di fine anno, per il raggiungimento del 60% stabilito» come hanno chiarito in Comune.

Per le infrastrutture e lo sviluppo, del territorio saranno presto disponibili i 49 milioni di euro collegati alla realizzazione del Terzo valico ferroviario. La prossima settimana il Commissario sarà nuovamente ad Alessandria per incontrare gli 11 Comuni coinvolti, che in quella sede dovranno presentare le proposte per l’utilizzo della somma.

Non sono marginali neppure gli aspetti sanitari sia per la situazione emergenza Coronavirus, al momento sotto controllo, sia per l’assetto dell’ospedale, che deve tornare alla piena operatività, ma lamenta la carenza di personale sanitario e una evidente incertezza nelle strategie future dell’Asl Alessandria, dove a breve ci sarà la nomina dell’ennesimo nuovo direttore generale per potere dare seguito anche ai progetti di convenzioni con i privati e ripristinare vari reparti ospedalieri.

Un altro problema connesso alle norme anti Covid è la soppressione dei treni sulla linea Milano- Genova: il Comune ha allertato Regione e Prefetto, ma tutti sono in attesa delle prossime decisioni del Governo dopo il 7 settembre, data di scadenza dell’ultimo decreto. L’auspicio, in base alla situazione sanitaria, è che venga revocato il limite del 50% dei posti occupabili, consentendo la ripresa della normale attività. Per quanto riguarda le manifestazioni proseguiranno per tutto settembre le serate del giovedì con i negozi aperti e con gli aperitivi nei locali del centro, in collaborazione con i produttori enogastronomici del territorio. Al momento non c’è un calendario autunnale di eventi ed è a rischio anche la stagione al Civico.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *