San Francesco Spinelli

Visualizzazioni: 2595

Oggi, 6 febbraio, è la festa di san Francesco Spinelli, che ha fondato la congregazione delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento.

Nacque a Milano il 14 aprile 1853 da genitori bergamaschi che erano a servizio dei Marchesi Stanga, e crebbe vivace e brillante, attirando gli altri bambini per i quali organizzava spettacoli di marionette. Quando era libero la mamma lo conduceva a visitare i poveri e gli ammalati e lui era felice di amare e aiutare il prossimo come aveva insegnato da Gesù.

Francesco decise di entrare in seminario e studiò a Bergamo dove fu ordinato sacerdote nel 1875. In quello stesso anno si recò a Roma per il Giubileo, e in Santa Maria Maggiore ebbe una visione: uno stuolo di vergini che adoravano Gesù Sacramentato. Don Francesco capì il progetto della sua vita ma aspettò il momento giusto per realizzarlo.

Tornato da Roma, svolse attività educative e una scuola serale presso l’oratorio di don Luigi Palazzolo, fondatore della congregazione delle Suore delle Poverelle. Esercitò il suo apostolato fra i poveri della parrocchia, insegnando in Seminario e guidando delle comunità religiose femminili, fino a quando nel 1882, recatosi a San Gervasio d’Adda, incontrò una giovane ragazza, Caterina Comensoli, che desiderava diventare religiosa in una congregazione che avesse come scopo l’adorazione eucaristica. Don Francesco realizzò così che era il momento di avverare il sogno di Santa Maria Maggiore. Il 15 dicembre dello stesso anno le prime aspiranti suore entrarono in una casa in via Sant’Antonino a Bergamo e così nacque il primo convento dell’Istituto delle Suore Adoratrici. Si aprirono poi nuove case, dove le religiose accoglievano handicappati, poveri e ammalati. Tutto andò bene fino a quando, per una serie di spiacevoli equivoci, don

Francesco fu costretto ad abbandonare la diocesi di Bergamo e il 4 aprile 1889 si trasferì in diocesi di Cremona, a Rivolta d’Adda, dove aveva aperto una casa. Il sacerdote non poté più governare l’Istituto, che si divise: madre Comensoli fondò la congregazione delle Suore Sacramentine, mentre don Francesco quella delle Suore Adoratrici del S. Sacramento. Ottenuta l’approvazione, le Adoratrici proseguirono il loro cammino, adorando Gesù nell’Eucarestia e servendo i fratelli poveri e sofferenti.

A Rivolta don Spinelli si prodigò per gli infermi e i portatori di handicap, cercando di promuovere una maggiore autonomia personale e non trattandoli mai come dei “minorati”.

Morì il 6 febbraio 1913. È stato proclamato santo da Papa Francesco il 14 ottobre 2018.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *