Regali da non fare

Visualizzazioni: 180

di PATRIZIA FERRANDO

Il grande tema su doni e galateo, fino a tempi non remoti, suonava, grossomodo: sarà poi vero che basta il pensiero? La risposta restava e resta nel pensiero che deve, perdonate il gioco di parole, davvero essere pensato. Un regalo può parlare di noi, ma deve riguardare gusti e abitudini del destinatario. Ormai da qualche anno, però, i ragazzi ci dicono di volere una somma di denaro e il bon ton vacilla sul progetto di elargire banconote. Il galateo sconsiglia sempre i regali in somme di denaro, ma diciamo la verità: i giovani gradiscono spesso questa forma di dono, la incoraggiano e la destinano a incrementare spese da sostenere durante le vacanze, a capodanno o semplicemente per arrivare alla somma che censente loro di acquistare l’oggetto del desiderio, magari tecnologico. Quindi… riservando esclusivamente a giovani e giovanissimi questa formula, sdoganiamo il regalo in denaro. Ma, ancora un momento! Pensiamo a un modo aggraziato per far pervenire i denari! Scegliere una busta particolarmente bella e decorata, inserendoli in una scatolina a tema, unendo un piccolo pensiero che aggiunge estetica dolcezza al tutto. Tanti sono i modi per fare un atto gentile. Assolutamente da evitare invece con gli adulti, parenti, amici, conoscenti che siano. Vediamo ancora una breve rassegna dei doni da scansare, di idee last minute che il galateo sconsiglia. Bandita la biancheria intima sotto l’albero: certi regali vanno confinati al privato. Poco consigliabile anche distribuire buoni per la palestra, creme “effetto lifting” e ogni cosa che somigli a una critica verso il destinatario. «Non te l’ho mai visto / in casa ti mancava» potrebbero ben suggerire cosa non comprare a una persona. Fuorché siate ben certi di quel che state regalando, forse se non lo avete mai visto un motivo ci sarà. Le gift cards portano un po’ di freddezza ma non sono da sottovalutare… consentono di offrire la possibilità di un acquisto mirato e gradito. Meglio dei denari in una busta! Trovate in ogni caso un modo grazioso per donarle, come sorpresa in una scatolina contenente un unico cioccolatino, in un sacchetino personalizzato, dentro a una pallina di plexiglass per l’albero. I classici da svicolare, lo sapete, derivano poi dalla superstizione. Non mi riguarda questo genere di credenze, ma non posso sapere quando tocca il mio prossimo. Così portafogli vanno regalati con una monetina, i fazzoletti portano lacrime, i coltelli e oggetti puntuti tagliano gli affetti. Tutte cose da lasciare in negozio. A una futura mamma non si regala nulla per il piccolo prima che sia nato.

patrizia.marta.ferrando@gmail.com

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *