La preghiera dei sacerdoti diocesani viaggia nella rete

Visualizzazioni: 221

In queste settimane molte parrocchie hanno utilizzato internet per la celebrazione eucaristica e per recitare il Rosario

TORTONA – Dopo la decisione della Diocesi di pregare insieme al Vescovo utilizzando i canali del web e attraverso la diretta streaming, non essendo possibile celebrare funzioni con la presenza dei fedeli, diversi sacerdoti hanno deciso di incontrare i parrocchiani e vivere insieme a loro l’Eucaristia, utilizzando Facebook, You Tube e i media diocesani. Attualmente trasmettono la Messa in streaming le parrocchie di Stradella (nella foto), Lungavilla, Casteggio, Casei Gerola, Cassano Spinola, Casella e il santuario di Santa Maria delle Grazie di Voghera. A Novi Ligure sabato 14 marzo tutti i parroci della città si sono ritrovati nella Collegiata per la recita del Santo Rosario e per invocare la protezione della Madonna Lagrimosa. Si narra, infatti, che la statua giunse a Novi intorno al 1630, quando imperversava la peste da cui la città fu risparmiata grazie a un’inattesa nevicata che cadde il 5 agosto e scongiurò il contagio. Per tale motivo la Vergine fu nominata patrona della città. Anche altri parroci hanno affidato i loro fedeli ai santi protettori e hanno implorato su di loro la benedizione celeste. Lunedì scorso si è tenuta on line pure la “Scuola della Parola” a cura della Pastorale Giovanile. I partecipanti si sono connessi in video chiamata e hanno ascoltato e dialogato con don Massimo Bianchi.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *