Il padre dello sposo

Visualizzazioni: 94

di Silvia Malaspina e Carolina Mangiarotti

Il 2022 ha avuto il suo royal wedding: il 9 aprile sono state celebrate le nozze tra Brooklyn Beckam, primogenito di David e Victoria Adams e Nicola Pelz, figlia del nababbo statunitense Nelson. Il patrimonio dei due neo sposi raggiunge cifre da capogiro, pertanto anche la cerimonia, svoltasi secondo il rito ebraico, è stata all’insegna di quel lusso sfrenato che ha caratterizzato fin dalla nascita i due rampolli. Giusto per rendere l’idea, Brooklyn Beckam è cresciuto nella magione londinese di famiglia soprannominata “Beckingam Palace” e Nicole Pelz ha fatto la spola per circa un anno tra New York e Milano per concordare di persona con lo stilista i dettagli del proprio abito da sposa firmato Valentino Haute Couture.

Però nell’abbagliante contesto della location prescelta, di proprietà di papà Pelz, una faraonica tenuta nei pressi di Palm Springs, ciò che è brillato maggiormente non sono stati gli sposi o le celebrities presenti all’evento, ma l’immarcescibile David Beckam, al quale gli anni non solo non hanno sottratto un grammo della bellezza che l’ha reso celebre più delle sue doti calcistiche, ma hanno elargito fascino maturo e “quel certo non so che” che rende tuttora attuale il titolo di uomo più sexy del mondo, assegnatogli dalla rivista “People” nel 2015.

Pur non trovandoci nella sala d’attesa della parrucchiera, luogo solitamente dedicato alla lettura dei rotocalchi di gossip, non ci siamo potute esimere da un po’ di sano “speteguless” e ci siamo ritagliate un quarto d’ora di leggerezza (che di questi tempi non guasta!) a visionare i reportage fotografici online dedicati all’evento.

«Guarda David Beckam al matrimonio del figlio! Non si può che dire “tanta roba”!» «L’espressione è molto pragmatica ma assolutamente azzeccata, mi stupisco solo che una diciottenne, solitamente ipercritica al limite dell’acidità, apprezzi l’aspetto di un uomo di 46 anni» «Ma certo! Non penserai che apprezzi il figlio: non ha ereditato nemmeno mezzo cromosoma del padre, ha lo sguardo vacuo e l’espressione ebete! Invece Beckam padre: che meraviglia!» «In effetti guarda questa foto in cui arriva alle nozze con la moglie: lei, che di solito è sempre scura in volto come se fosse arrabbiata con il mondo intero, è quasi sorridente e soprattutto fierissima: si è tirata a super lucido per non sfigurare accanto a cotanta beltà» «Per forza, lei è sempre arrabbiata: si ciba solo di pesce alla griglia e verdure al vapore per mantenere la taglia 36, che tristezza! Inoltre pare che David si conceda di tanto in tanto qualche “distrazione” … comunque se lo tiene ben stretto da 23 anni e ha l’aria di voler sbranare chiunque provi a sottrarglielo»

Ci siamo quindi trovate concordi nell’affermare che, anziché la tradizionale esclamazione “W gli sposi”, per quest’occasione sarebbe risultato più appropriato “W il padre dello sposo”!

silviamalaspina@libero.it

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *