“Hortus Conclusus” apre le porte all’arte

Visualizzazioni: 56

Al via la settima edizione della rassegna di Lanza

NOVI LIGURE – Giovedì scorso è iniziata la settima edizione di “Hortus Conclusus” (HC), la rassegna culturale ideata e organizzata dal regista Andrea Lanza (nella foto). Con l’anteprima dello spettacolo “Bonvard’s legacy”, liberamente ispirato a “La follia di Banvard” di Paul Collins che ha visto in scena Massimiliano Cividati, accompagnato al pianoforte da Andrea Zani è stato aperto il ricco cartellone 2021 che prevede ben 53 eventi di cultura, arte, spettacolo, musica, danza e anche benessere fisico e psichico. Per entrare a far parte del mondo in Hortus basta essere tesserati (la tessera costa 15). È possibile richiedere e ritirare le tessere associative 2021 a Novi presso La bottega del Sanconiglio. Chi risiede fuori città può prenotare la tessera e poi ritirarla (tel. 0143 341074; mail: info@labottegadelsanconiglio.it). Da quest’anno, la manifestazione è diventata anche meta turistica grazie alla collaborazione fra HC e “Arte sul cammino”, agenzia specializzata nel- l’organizzare di gite e viaggi culturali, che «prevede soggiorni nel territorio che includono l’appuntamento con la rassegna» come spiega il regista. L’avvio ufficiale della rassegna è previsto martedì 27 luglio nel cortile del liceo Amaldi con “Cara professoressa” di e con Beppe Casales. Al mercoledì sera appuntamento con i film d’epoca (a cura di Andrea De Rose), mentre al pomeriggio sono in program- ma workshop, laboratori e lezioni. Dal 27 al 30 luglio una serie di appuntamenti che spaziano dal teatro, alle conferenze, ai dibattiti agli speech, sino al cinema, saranno dedicati ai ragazzi, agli insegnanti, a tutti gli operatori del settore scolastico, dopo questo anno di gran-de disagio causato dalla situazione pandemica. Il percorso condiviso con le istituzioni scolastiche cittadine si è concretizzato anche nella collaborazione ai progetti “Percorsi per le Competenze Trasversali” e per l’Orientamento del liceo novese “Amaldi”. Un gruppo di 12 liceali è stato selezionato tra quelli che hanno scelto di svolgere il proprio percorso formativo trasversale in Hortus e sarà presente per aiutare nell’organizzazione per tutta la durata della kermesse.

Gli eventi si svolgono in corte Solferino (con accesso da via Oneto) che, con i suoi grandi spazi, è in grado di assicurare uno svolgimento corretto della manifestazione nel rispetto dei protocolli ministeriali e della salute dei partecipanti. Fanno eccezione la serata del 27 luglio al liceo “Amaldi” e alcuni appuntamenti a settembre che saranno nella Domus in vicolo Bianchi e al Museo dei campionissimi a Novi Ligure. Tra i partner di “HC” 2021 ci sono l’Assessorato alla Cultura del Comune di Novi Ligure, il Distretto del Novese, la Biblioteca Civica e il Museo dei Campionissimi. Quest’anno avrà un ruolo molto importante il territorio, che sarà al centro della tavola rotonda conclusiva, prevista il 26 settembre. Il programma completo si può trovare sulle pagine social della rassegna.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *