Giulio Graglia «per un “Marenco” di alto profilo»

Visualizzazioni: 23

Confermato in consiglio comunale il nome del consulente artistico alla guida del teatro

NOVI LIGURE – Il Comune ha scelto Giulio Graglia come consulente artistico per il teatro “Marenco”, gioiello architettonico di cui si attende la riapertura nei prossimi mesi. Torinese, classe 1958 e già direttore del “Teatro del Popolo” di Gallarate, vanta diverse esperienze anche in ambito televisivo come regista e autore di program- mi per Rai e Mediaset. La voce circolava già da alcune settimane e la conferma è arrivata lunedì se-ra, in occasione della prima delle tre serate di consiglio comunale programmate questa settimana che si concluderanno oggi. «Graglia è una figura di alto profilo che ci aiuterà ad avviare le attività del teatro. – commenta l’assessore alla Cultura Andrea Sisti – Il “Marenco” avrà un ruolo fondamentale non solo a livello cittadino, ma anche nel mettere in connessione le altre strutture del territorio affinché possano collaborare per creare un distretto teatrale. Vogliamo un teatro dal respiro regionale e se possibile interregionale.

Un obiettivo che va conseguito portando una programmazione di alto profilo». Graglia ha lavorato con artisti del calibro di Walter Chiari, Leo Gullotta, Sebastiano Lo Monaco, Carlo Simoni, Ileana Ghione, Mariella Lo Giudice, Luciano Pavarotti, Natalino Balasso e Neri Marcorè. Attualmente fa anche parte del consiglio d’amministrazione dello “Stabile” di Torino. «L’obiettivo è partire con la stagione regolarmente in autunno e c’è la massima determinazione per raggiungerlo, Covid permettendo. – prosegue Sisti – È inoltre in corso il lavoro sulla parte museale dell’edificio, che rappresenta un’ulteriore offerta culturale, di assoluta qualità, per i suoi fruitori.

In questo caso, prevediamo l’apertura al pubblico entro l’anno».

Nel vicolo laterale della struttura è ancora presente un piccolo cantiere che dovrebbe essere smontato in tempi abbastanza rapidi.

Non è, però, su tematiche culturali che si è consumato lo scontro tra le forze politiche locali in occasione della prima assise cittadina settimanale. Il centro-sinistra, infatti, ha attaccato duramente la giunta per non aver informato i consiglieri di opposizione sulle schede inviate alla Regione in merito ai progetti per il Recovery fund.

Una mancata condivisione di idee che è stata fatta notare anche da Movimento 5 Stelle e Solo Novi, gruppo di cui fanno parte tre ex esponenti della Lega fuoriusciti dalla maggioranza.

Il dibattito sulla vicenda prosegue nella nuova assemblea fissata per questa sera.

Luca Lovelli

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *