Fare cultura a Voghera: eventi diffusi per la città

Visualizzazioni: 154

La 13^ edizione di “Le forme dell’anima” propone un cartellone di manifestazioni fino al 7 dicembre: libri, musica, teatro, convegni, gastronomia. Tra gli ospiti Gianni Coscia e Paolo Mazzarello

Torna, anche quest’anno, “Le forme dell’anima”, la manifestazione culturale promossa da “Progetto Voghera”, giunta alla 13^ edizione. Scienza, teatro, storia, valorizzazione del territorio, gastronomia, incontri letterari, eventi organizzati in modo diffuso in varie parti della città, per un cartellone che proporrà molte offerte fino al 7 dicembre. La kermesse è realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Voghera e ha come partner la libreria Ubik, Slow- Food, l’Università di Pavia, l’associazione “Volo di Rondine”, il ristorante “Selvatico” di Rivanazzano Terme, l’istituto scolastico “Dante Alighieri” e Opera Education-Aslico. Ecco, in sintesi, alcune delle proposte. Sabato 18 novembre, alle 9.30, nell’aula magna dell’istituto agrario “Carlo Gallini”, il convegno “Crisi idrica nell’agricoltura pavese e oltrepadana”, realizzato in collaborazione con Slow-Food e coordinato da Teresio Nardi. Interverranno Leo Gallina che presenterà il progetto di Carlo Gallini del 1862 su un canale di derivazione dal Tanaro finalizzato all’irrigazione del nostro territorio fino alla Valle Versa, Gladys Lucchelli direttore di Anbi Lombardia, Silvia Garavaglia presidente di Coldiretti Pavia, Alberto Lasagna direttore di Confagricoltura Pavia, Carlo Emilio Zucchella presidente di Cia Agricoltori Pavia e Silvia Stringa imprenditrice agricola. Martedì 21 novembre, alle 21.15, presso Fondazione Adolescere il concerto jazz “Vecchio liceo e dintorni …ricordi di una vita” con Gianni Coscia alla fisarmonica e Silvia Benzi vocalist. Un percorso, ascoltando la musica di Coscia, attraverso la storia del Jazz italiano partendo da Gorni Kramer. Giovedì 23 novembre, alle 20, al ristorante “Selvatico” di Rivanazzano “A cena con Ugo”. Ugo Tognazzi, indimenticabile attore, eclettico artista e regista cinematografico, si autodefiniva “un cuoco prestato al Cinema” per la sua grande passione per la cucina italiana: le sue ricette saranno rivisitate dalla maestria di Piera e Michela Selvatico. Giovedì 7 dicembre, alle 9.15, alla Fondazione Adolescere, la Turandot per i bambini. I bambini della scuola materna e delle prime classi delle elementari dell’istituto “Dante Alighieri” assisteranno a un’opera famosa di Giacomo Puccini personalizzata per loro e in cui saranno anche protagonisti. L’adattamento è a cura di Opera Education-Aslico che da anni trasforma le opere più significative adattandole al linguaggio dei bambini per una esperienza indimenticabile. Grande spazio sarà riservato poi agli incontri letterari che si terranno tutti, tranne l’ultimo, alla libreria Ubik di via Emilia. Sabato 4 novembre, alle 17.30, Roberta Schira presenterà I fiori hanno sempre ragione (Garzanti). Scrittrice, giornalista, critica gastronomica, Schira scrive sul cibo in modo molto creativo e originale. Ha pubblicato molti libri spaziando dal romanzo al trattato di antropologia alimentare. Collabora con il Corriere della Sera su cui tiene una rubrica di critica gastronomica e con la televisione svizzera. Dialogherà con lei Mirella Gobbi. Sabato 18 novembre, alle 17.30, Paolo Mazzarello approfondirà le tematiche di Storia avventurosa della Medicina (Nei Pozza). Medico, accademico e saggista, Mazzarello è professore ordinario di Storia della medicina all’Università di Pavia dove, allievo del collegio Ghislieri, si è laureato con lode. Presiede il Sistema museale dell’Ateneo, è scrittore di successo e collabora con varie riviste tra cui Nature, Lancet, Le Scienze. Ha ottenuto nel 2006 il Premio Cesare Angelini e nel 2007 il Premio Cesare Cantù. Sarà presentato da Leonardo Gallina. Sabato 25 novembre, alle 17.30, presso il Circolo “Il Ritrovo”, Camilla Sernagiotto parlerà di Senza scadenza (Ultra). Vogherese, scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva di MTV, Deejay Tv e All Musica, scrive per il Corriere della Sera e tiene una rubrica mensile in cui consiglia i migliori libri su Grazia. “Le forme dell’anima”, infine, continua a portare avanti il progetto “Briciole di cultura, ovvero cultura per i più piccoli” con la scuola “Dante Alighieri”, per avvicinare i bambini alla cultura, divertendoli e dando loro stimoli diversificati. Il tema di quest’anno è la pittura e la lettura condivisa partendo dai dipinti di grandi pittori come Paul Klee e Vasilij Kandinskij. Il gioco sarà messo in scena presso la “Dante” dalle educatrici di “Volo di Rondine” che accompagneranno i bambini delle elementari in questo cammino verso il disegno e la lettura partecipata.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *