Fabio Riva riparte dalle Terme di Salice

Visualizzazioni: 67

Molti i progetti in cantiere anche a Godiasco

GODIASCO SALICE TERME – Un nuovo centro polivalente a San Giovanni Piumesana, potenziamento dell’illuminazione pubblica, rilancio delle Terme di Salice. Fabio Riva riparte dopo aver ottenuto larghi consensi nelle ultime elezioni con oltre l’80% dei voti rispetto all’altra lista guidata da Giovanni Bariani. «Ho ripreso il mio lavoro quotidiano in comune. – dice Fabio Riva – Porteremo avanti i progetti avviati durante il primo mandato amministrativo, sia su Godiasco sia su Salice Terme e frazioni. A Godiasco sono partite importanti opere di riqualificazione del centro storico, della Casa del Giovane e del Parco Montale. Per Salice puntiamo principalmente al rilancio delle Terme e, per questo, stiamo predisponendo, in accordo con la proprietà, un importante progetto sul parco cui seguirà la richiesta di contributo pubblico». «In frazione San Giovanni – continua Riva – stanno partendo i lavori di demolizione della vecchia scuola per la successiva costruzione del centro polivalente a servizio dei cittadini della frazione. Questi, lo ricordo, sono progetti già finanziati. Ci concentreremo da subito, inoltre, sulla riqualificazione energetica degli edifici comunali, a partire dall’installazione di pannelli fotovoltaici sull’immobile della Polizia Locale, il cui progetto è già stato finanziato, e sulla sostituzione della pubblica illuminazione stradale con lampade a led. L’impegno principale, che ci ha contraddistinto negli ultimi cinque anni, sarà sempre quello di dialogare con i nostri cittadini e dar loro risposte e aiuto concreto ai loro problemi. Nuova amministrazione ma continuità nel lavoro svolto. Ringrazio tutti coloro che ci hanno rinnovato la fiducia. Ringrazio inoltre i consiglieri di maggioranza e minoranza con cui abbiamo lavorato nella precedente amministrazione e do il benvenuto ai nuovi consiglieri. Visto il risultato ottenuto confermerò sicuramente la giunta uscente e affiderò specifici incarichi ai restanti 4 consiglieri eletti che dovranno altresì coinvolgere anche quelli esclusi».

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *