Croce Rossa e Comune vicini a chi ha bisogno

Visualizzazioni: 151

Coronavirus: farmaci e alimenti consegnati a domicilio agli anziani e ai malati

TORTONA – In un momento complicato come quello attuale le difficoltà più grandi riguardano le persone impossibilitate a uscire di casa. Per questo Comune e mondo del volontariato sono scesi in campo. I volontari del Comitato della Croce Rossa Italiana hanno avviato l’iniziativa della consegna di farmaci a domicilio.

È stata pensata per persone con oltre 65 anni, soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37.5°), non autosufficienti, sottoposti alla quarantena o risultati positivi al virus COVID-19 oppure invalidi al 100% in possesso di prescrizione medica.

L’acceso al servizio avviene solo chiamando la Croce Rossa al numero 0131 82941 attivo tutti i giorni per 24 ore. Le persone rientranti in queste categorie, in caso di necessità di un farmaco, devono contattare il medico curante, richiedere la ricetta e chiedere allo stesso medico di contattare il centralino della Croce Rossa. Un volontario andrà a ritirare la ricetta, poi acquisterà il farmaco alla farmacia più vicina e lo consegnerà al domicilio. Il pagamento dei farmaci, avviene direttamente ai volontari Cri. Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 19, ed è operativo in tutto il territorio del Comitato di Tortona, comprese le valli montane e la Bassa Valle Scrivia. Il Settore Servizi Sociali del Comune di Tortona, insieme al Cisa, al Servizio Civile e a varie associazioni di volontariato hanno attivato “SpesAnziani”. Questo servizio per gli anziani e le persone sole offre la possibilità di ordinare telefonicamente la spesa e i farmaci con consegna a domicilio.

È necessario telefonare ai numeri 0131 864249 o 366 9321149 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 11. La Fondazione CRTortona è intervenuta per sostenere entrambe le iniziative e ha messo a disposizione 3.000 euro per la consegna dei farmaci e 5.000 euro per “SpesaAnziani”.

Ben 28.000 euro sono stati erogati a favore della CRI tortonese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per i volontari. «La Fondazione ha attivato un canale privilegiato di dialogo con l’amministrazione comunale per definire tempestivamente iniziative mirate alle esigenze della comunità, con particolare riferimento alle fasce più deboli e agli anziani» ha spiegato il presidente Dante Davio, lasciando sottinteso che a questi contributi ne seguiranno altri per necessità sanitarie o di sostegno alle attività del territorio.

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *