Conclusa la Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani

Visualizzazioni: 628

L’abbraccio tra il Vescovo Vittorio Viola e la Pastora Lucilla Peyrot

TORTONA – Con una celebrazione della Parola presieduta da Monsignor Vittorio Viola, Vescovo di Tortona, e da Lucilla Peyrot, Pastora della Chiesa valdometodista di Alessandria, Bassignana e S. Marzano Oliveto, tenutasi venerdì scorso 25 gennaio presso la chiesa di Santa Maria dei Canali, si è conclusa la 52^ Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani. Come ormai avviene da alcuni anni a questa parte, l’incontro di preghiera ecumenico è stato preparato e animato dal MEIC (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) di Tortona attorno al tema scelto dall’apposita commissione internazionale che, per il 2019, ha proposto il versetto di Deuteronomio 16, 1820: “Cercate di essere veramente giusti”. È toccato alla pastora Lucilla Peyrot offrire la riflessione sul testo dell’Antico Testamento, cui è seguita l’omelia del vescovo Viola sul Vangelo di Luca (4, 1421), nel quale Gesù, nella sinagoga di Nazaret, dichiara compiuta in lui la profezia di Isaia annunciante il tempo della salvezza.

Fuori dall’Italia per impegni di studio, padre Catalin Aftodor non ha potuto condividere, come negli anni scorsi, il momento di preghiera del 25 gennaio, ma non ha voluto mancare l’appuntamento della Settimana; così, ha proposto di celebrare insieme la liturgia direttamente nella sua Parrocchia di S. Stefano Studita ospitata nella chiesa del Loreto di via Sada. Presente il delegato vescovile per l’ecumenismo, don Roberto Lovazzano, e le autorità cittadine – il sindaco Bardone, il vicesindaco Graziano e l’assessore Bianchi – si è svolta sabato 19 gennaio una partecipata cerimonia, resa toccante dai canti penitenziali e di lode in lingua rumena eseguiti dal Coro parrocchiale.

Anche quest’anno la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani ha prodotto un gesto concreto: la Chiesa di Tortona, in accordo con la Chiesa Valdometodista di Alessandria e con la Chiesa Ortodossa Rumena di Tortona, ha scelto di destinare la colletta della Settimana al sostegno del progetto ecumenico dei “Corridoi umanitari”, inaugurato nel 2016 grazie agli sforzi congiunti della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, della Comunità di Sant’Egidio e della Tavola valdese, e oggi condiviso dalla CEI e dalla Caritas. Entro la fine dell’anno porterà in Italia, in tutta sicurezza, mille richiedenti asilo individuati tra soggetti particolarmente vulnerabili. La colletta effettuata nelle chiese che hanno ospitato le celebrazioni giornaliere della Settimana, ha raccolto la ragguardevole somma di 1.100 euro che sarà devoluta alla Caritas diocesana per il sostegno al progetto “Corridoi umanitari” in Diocesi. All’uscita dalla chiesa i fedeli hanno ricevuto un “dolce” ricordo dell’evento: un sacchettino con alcuni biscotti prodotti dagli allievi dei corsi professionali del settore ristorazione del Santachiara di Tortona.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *