Beato Olinto Marella

Visualizzazioni: 309

Si chiama Olinto Giuseppe Marella il beato di questa settimana che la Chiesa ricorda il 6 settembre, beatificato il 4 ottobre 2020 a Bologna, dal cardinale Matteo Maria Zuppi. Nacque il 14 giugno 1882 a Pellestrina, nella Laguna Veneta, in Diocesi di Chioggia. Dopo le scuole elementari, maturò la vocazione sacerdotale e fu accompagnato a Roma, dove frequentò il Seminario Maggiore Romano ed ebbe come compagno di studi il futuro san Giovanni XXIII. Olinto si appassionò alla corrente del Modernismo, che esaltava gli ideali sociali e democratici in nome del Cristianesimo. Uscì dal seminario nel 1903 per una forma di depressione, dovuta a una serie di lutti. Compì gli studi teologici fuori e fu ordinato sacerdote il 17 dicembre 1904, a 22 anni. Tornò a Pellestrina nel 1905 e ottenne l’incarico di docente nel locale seminario. Fondò un “Ricreatorio e Giardino d’infanzia” per i figli dei pescatori. Dopo che il nuovo Papa, san Pio X, pubblicò, nel 1908, l’enciclica Pascendi contro il Modernismo a don Olinto toccò la sospensione “a divinis”. Con la prima guerra mondiale fu arruolato nell’esercito. Durante il servizio militare, conseguì la laurea in storia e filosofia e il diploma di magistero all’Università di Padova. Dopo l’armistizio, nel 1918, iniziò a insegnare nelle scuole statali. Uno dei suoi allievi, a Rieti, fu Indro Montanelli. Nel 1924 giunse a Bologna, che divenne la sua città d’adozione. L’anno dopo il cardinale di Bologna lo reintegrò nel sacerdozio e lo incardinò nel clero bolognese. Nel 1936 raccolse e portò a casa un bambino abbandonato. Fu il primo di tanti altri che sistemava nei vari istituti cittadini e per i quali pagava la retta, ottenendo il soprannome di “barbone di Dio”. Nel 1948, in un vecchio magazzino, fondò la sua “Città dei Ragazzi”, nella quale introdusse l’autogestione, trasferita poi a San Lazzaro di Savena, dove morì il 6 settembre 1969. Fu molto amico di Pietro Molla.

Daniela Catalano

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *