Antonio De Paoli: scultore “in scena”

Visualizzazioni: 452

Incontro del Touring Club di Voghera sabato 10 settembre a Corvino S. Quirico

Sabato 10 settembre alle ore 17.30 la sezione di Voghera del Touring Club Italiano propone una visita guidata all’atelier dello scultore Antonio De Paoli. Il ritrovo è in via Novellina 40 a Corvino S. Quirico. De Paoli è un artista poliedrico: diplomatosi all’Accademia di Brera in scenografia, ha curato allestimenti per famosi programmi televisivi, per poi passare nel 2000 a un’intensa attività pittorica e scultorea. Negli anni lavora con la Soprintendenza di Lombardia e Piemonte e riceve numerose commissioni da enti pubblici ed ecclesiastici. Tra i suoi lavori spiccano l’altorilievo in bronzo commemorativo della Torre civica di Pavia (il cui gesso è conservato nell’atelier), il complesso scultoreo in bronzo e acciaio presso il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Lodi, il monumento dedicato alla guardia costiera di Livorno realizzato in acciaio, bronzo e marmo, e la scultura di San Francesco in estasi, quasi trasfigurato, inaugurata a giugno di quest’anno a Piandarca, in Umbria, nel luogo dove il Santo predicò agli uccelli.

Sue opere sono visibili in molti comuni del territorio oltrepadano: dalle sculture in terracotta per l’eremo di S. Alberto di Butrio, alle opere monumentali a Voghera dedicate al pugile Giovanni Parisi e al vigile del fuoco Davide Achilli.

Lo studio dell’artista è allestito all’interno di una cappella gentilizia seicentesca che conserva molti bozzetti di opere e sculture in terracotta refrattaria e bronzo.

I visitatori potranno inoltre vedere il modello tridimensionale in polistirolo di un altare in scala 1:1 che poi verrà scolpito in marmo e completerà la “basilica a cielo aperto” realizzata a Piandarca. Nel cortile della corte si potranno ammirare le gigantografie dei monumenti da lui realizzati e collocati in varie regioni italiane e una esposizione di statue equestri in resina di notevoli dimensioni. De Paoli parlerà inoltre del suo ultimo lavoro, Metamorfosi della fenice, una scultura che verrà inaugurata alla fine del mese a San Terenzo, presso Lerici, per ricordare i cento anni dallo scoppio della polveriera di Falconara. La visita all’atelier di Corvino si concluderà all’interno dell’abitazione dello scultore e seguirà un brindisi finale. Il contributo richiesto è 5 euro per i soci TCI, 10 euro per i non soci. Prenotazione obbligatoria via mail (consolivogheratci@gmail.com).

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *