A occhi aperti tra la natura

Visualizzazioni: 74

Il taccuino come strumento di osservazione e annotazione della realtà circostante: ritorna in Val Borbera il “Sarvego Festival”

Anche quest’anno la Val Borbera è pronta ad accogliere il “Sarvego Festival”, la manifestazione culturale itinerante dedicata al mondo della letteratura, dell’editoria e dell’illustrazione per l’infanzia e l’adolescenza. Il festival, giunto alla quarta edizione, è promosso dalle Biblioteche dell’Alta Val Borbera in collaborazione con le associazioni “Roba da Streije” di Cabella Ligure e “Il Paese degli Spaventapasseri”, le Pro loco di Albera, Mongiardino e Roccaforte Ligure, il Museo della Resistenza e Vita Sociale di Rocchetta Ligure; il partner scientifico è la rivista Andersen.

L’evento nasce per promuovere la lettura e la frequentazione attiva delle biblioteche e dei poli culturali della valle, specialmente da parte degli studenti, creando una collaborazione con le scuole, e ancora per valorizzare il patrimonio naturalistico, storico, culturale ed enogastronomico valborberino, incentivando il turismo e la collaborazione tra le associazioni del territorio. La direzione artistica è affidata a Daniela Carucci, nota scrittrice e giornalista che guida il “Sarvego Festival” fin dal primo anno “con consapevolezza e gioiosa follia”.

Le scuole sono protagoniste dei progetti “Tra le righe”, nato dalla collaborazione con Andersen, la rivista e il Premio, e la Fondazione Garrone attraverso la progettazione di un percorso dedicato a scuole selezionate di provenienza ligure (primaria e secondaria di primo grado), e “Crescere con le Storie”, dedicato ad alunni e insegnanti dell’Istituto Comprensivo Arquata Scrivia-Vignole Borbera.

Tra luglio e agosto saranno ospitati tra prati, boschi, aie e mulini della valle noti autori del panorama nazionale in sei incontri che avranno come tema “A occhi aperti”.

«Abbiamo lavorato su uno spunto affascinante, quello del taccuino come strumento di osservazione e annotazione della realtà circostante. racconta Daniela Carucci – L’occhio va allenato alla bellezza, solo così possiamo cogliere la meraviglia insita nelle piccole cose che abbiamo ogni giorno davanti agli occhi, e fermarle sulla carta ci permette di custodirle e portarle sempre con noi».

Il Festival inizia sabato 6 luglio con “Amico Albero” di e con Sara Donati a Vendersi, frazione di Albera Ligure, conosciuto come “Il Paese degli Spaventapasseri”. Donati, che è anche autrice dell’immagine simbolo di quest’anno – una bambina immersa in una natura selvatica e lussureggiante –, racconterà una storia di profonda amicizia tanto atipica quanto dolce e ricca di spunti di riflessione.

Il 21 luglio sarà la volta di “Quattro passi – Piccola passeggiata per sgranchirsi l’anima” con Antonio Catalano, teatrante, illustratore, scultore e promotore di una poetica del quotidiano, che genera meraviglia, un incontro dinamico che si terrà nella frazione di Vergagni a Mongiardino Ligure.

Il 26 luglio Anselmo Roveda e Marco Paci a Roccaforte Ligure propongono l’Atlante dei mostri e degli spaventi, un viaggio incredibile alla scoperta delle nostre paure più recondite che si svolgerà durante un’emozionante lettura con disegno.

Il 3 agosto ad Albera Ligure, Elisabetta Mitrovich presenta un suggestivo laboratorio di pittura ad acquerello dedicato ai più grandi, adulti e ragazzi intitolato “Taccuini in natura – Laboratori di disegno naturalistico” e il giorno dopo, il 4 agosto, nella frazione di Cartasegna, a Carrega Ligure sarà la narratrice delle piccole meraviglie tratte dal suo nuovo libro Rimanere sul sentiero: note naturalistiche per escursioni felici.

Il 17 agosto nella frazione di Piuzzo, a Cabella Ligure arriva Elefanti nella valle – Taccuino esotico sui pachidermi localicon Mascia Premoli, che porterà alla scoperta dei famosi elefanti della Val Borbera.

Oltre alle date estive, il “Sarvego” partecipa anche a un evento speciale in collaborazione con l’Ente di Gestione delle Aree protette dell’Appennino piemontese e la frazione di Vendersi nel comune di Albera Ligure: sabato 6 luglio, nell’ambito della “European Bat-Night”, appuntamento dalle ore 18 presso la chiesa dei Santi Fortunato e Matteo di Vendersi per scoprire tutti i segreti dei pipistrelli con la naturalista e guardia parco Mara Calvini che, dopo un’interessante introduzione, accompagnerà grandi e piccoli in una suggestiva passeggiata notturna alla scoperta dei pipistrelli in attività di caccia con l’utilizzo di un bat-detector, un rilevatore di ultrasuoni che consente di ascoltare le “voci” dei pipistrelli. L’evento è gratuito ma è consigliata la prenotazione (011 4320290 oppure 331 1364473).

Tutte le informazioni si possono trovare sulle pagine Facebook e Instagram del “Sarvego Festival”.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *