La “Fondazione Acos” per il futuro dei giovani

Visualizzazioni: 153

Il presidente Bovone spiega le finalità del nuovo ente

NOVI LIGURE – Nei giorni scorsi è stata presentata ufficialmente alla cittadinanza novese, la “Fondazione Acos”, emanazione dell’omonimo gruppo industriale novese. Lo scopo del neonato ente è la crescita sociale e culturale della comunità, per questo si occuperà di tutte le questioni inerenti alla cultura e il mondo della scuola, con il principale obiettivo di ottenere una forza lavoro preparata e qualificata che sappia soddisfare le reali esigenze delle varie aziende del territorio.

La “Fondazione Acos” è guidata dal presidente Giampaolo Bovone, ex dirigente del liceo “Amaldi” di Novi Ligure, coadiuvato da un consiglio di amministrazione di cui fanno parte: Silvia Siri, presidente Acos S.p.A.; Riccardo Daglio, vice direttore generale del Gruppo Acos; Alessandro Marruchi, direttore tecnico area viticola Banfi S.r.l.; Fernando Robino, collaboratore delegato del dirigente dell’istituto “Ciampini Boccardo” e Marco Gasti, commercialista e revisore dei conti. Il presidente Bovone ha spiegato: «Lo scorso anno sono già stati realizzati tre progetti con le scuole superiori novesi (Ciampini-Boccardo, Amaldi, Casa di Carità, Foral).

Quest’anno saranno coinvolte le scuole di Tortona (Peano, Santachiara, Ciofs-Fp, Marconi) e di Ovada (Santa Caterina e Barletti, Casa di Carità), per un totale di dieci progetti.

Alcuni di questi continueranno come, ad esempio, il progetto di digitalizzazione del “Fondo fotografico Mori”, studioso appassionato storico novese, che sarà in questa seconda fase studiato per dare alla città la possibilità di conoscerlo con compiutezza.

C’è il progetto del “Parco Castello” che coinvolgerà le scuole sulle energie sostenibili e il “Festival delle conoscenze”. L’idea è quella di coinvolgere gli studenti in un progetto più organico che vede anche la loro partecipazione in prima persona nella realizzazione della terza edizione». In particolare per il progetto “Il Festival delle Conoscenze”, realizzato dall’istituto “Ciampini Boccardo” e da “AcoSiamo”, la presidente dell’Acos, Silvia Siri, ha commentato: «Ho trovato emozionante questa giornata perché ho visto ho visto l’entusiasmo che ci hanno messo i ragazzi nel nell’affrontare questi progetti. In fondo era una novità per loro e sono stati bravi perché hanno pensato di mettersi in gioco e io penso che andranno a casa con un bagaglio di conoscenze non indifferente».

Vittorio Daghino

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *