Gnocchi di zucca al gorgonzola

Visualizzazioni: 46

“La Pineta”
Via Roma, 2, Fortunago, PV
Tel. 0383 875219; web: www.ristorantepineta.net

FORTUNAGO – Danilo Nembrini, lo chef del ristorante “La Pineta” di Fortunago, comune inserito nel club dei “Borghi Più Belli d’Italia”, ci presenta gli gnocchi di zucca al gorgonzola, un primo piatto di stagione molto saporito che può essere preparato in casa senza grandi patemi.

Danilo Nembrini, dopo aver frequentato la scuola alberghiera ad Alassio e dopo aver affrontato diversi corsi di perfezionamento, è stato iscritto alla Federazione Cuochi. Vanta un’esperienza invidiabile in tutto il mondo.

Ha infatti cucinato in 19 Paesi esteri, dalla Francia, all’Inghilterra, agli Stati Uniti ed è tra i discepoli più giovani del grande cuoco Auguste Escoffier.

Da sempre collabora con la Camera di Commercio e la Provincia di Pavia per la promozione del territorio e dei prodotti della cucina pavese.

Danilo Nembrini cucina ogni portata con molta passione e dedizione creando vere opere d’arte gastronomiche. Come insegnante trasmette la sua esperienza anche agli studenti dell’Enaip di Voghera.

Dosi per 6 persone

Ingredienti:

400 grammi di zucca (preferibilmente Berrettina di Lungavilla), 400 grammi di patate di montagna, 200 grammi di farina bianca, una manciata di pan grattato e due uova.

Sugo: un cucchiaio di burro, 150 grammi di gorgonzola e dei pezzetti di zucca cruda.

Preparazione:

spelare e fare bollire la zucca in una pentola oppure cuocerla a vapore; spelare e fare bollire le patate in un’altra pentola; rendere in purea sia le patate, sia la zucca; aggiungere farina bianca, una manciata di pan grattato, una manciata di parmigiano e due uova; fare raffreddare l’impasto in frigorifero per un’ora; creare poi gli gnocchi tagliandoli al coltello grossolanamente.

A parte far sciogliere del burro d’alpeggio, aggiungere del gorgonzola e dei pezzettini di zucca cruda tagliata molto fine.

Fare cuocere gli gnocchi fino a quando non vengono a galla per poi condirli con burro e gorgonzola.

A piacere si può aggiungere un po’ di peperoncino o dei semi di papavero.

Il piatto va servito e degustato molto caldo per non perdere il sapore caratteristico e molto piacevole al palato.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *