Un medico in più nel Poliambulatorio

Visualizzazioni: 94

Volpedo, il progetto voluto da Caldone diventa realtà

VOLPEDO – Un altro medico, Pierpaolo Canegallo, ha stabilito il suo studio all’ultimo piano del municipio, nel poliambulatorio auspicato, anni fa, dall’allora sindaco Giancarlo Caldone e poi concretamente avviato. Già dal 2013 è attivo, nei locali del palazzo comunale, un ambulatorio intitolato a Gigi e Maria Teresa Penati, utilizzato dal medico Anna Franchini come studio e dal personale dell’Assistenza Domiciliare Integrata di Tortona per i prelievi del sangue, attualmente sospesi causa Covid. Ora, con Canegallo prende forma il progetto formulato dall’indimenticato Caldone con Alberto Lignano della farmacia “Baravalle” e lo stesso medico. «La realizzazione dei nuovi ambulatori, affidata alla ditta del volpedese Adriano Callegher, è stata possibile grazie al contributo della Fondazione CR Torino. – spiega il sindaco Elisa Giardini – Ci stiamo inoltre attivando per proseguire i lavori di ampliamento attraverso nuovi finanziamenti, in modo da poter ospitare altri medici, garantendo alla comunità la presenza di specialisti e l’erogazione di più servizi sanitari nella struttura ulteriormente allargata. Siamo ancora in emergenza sanitaria, ma siamo ripagati dalla risposta della popolazione: questo ci motiva ancora di più ad andare avanti, nonostante il momento complicato».

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *