Tutto esaurito per il musical “La leggenda di Bella e la Bestia”

Visualizzazioni: 506

Lo spettacolo presentato a Serravalle dai giovani della comunità pastorale “Sacro Cuore di Gesù” è nato dal desiderio di partecipare alla GMG di Lisbona

SERRAVALLE SCRIVIA – Sabato 29 aprile il gruppo dei giovani dell’Oratorio della comunità pastorale “Sacro Cuore di Gesù” (Serravalle Scrivia e Stazzano), ha debuttato con uno spettacolo musicale intitolato “La leggenda di Bella e la Bestia”, ispirato alla celebre pellicola animata. È il frutto del laboratorio teatrale che ha impegnato per diversi mesi decine di giovani, sia sul palcoscenico sia dietro le quinte per le parti musicali e di servizio.

La serata ha visto il “tutto esaurito” e in prima fila, insieme a un esercito di bambini, erano presenti il vescovo Mons. Guido Marini e i primi cittadini della comunità pastorale Luca Biagioni, sindaco di Serravalle Scrivia, e il collega stazzanese Pierpaolo Bagnasco. Presente, oltre ai parroci don Luca e don Francesco, anche don Nicola Ferretti, che per molti anni ha condiviso il cammino della comunità, prima di iniziare un nuovo servizio pastorale a Sale.

L’iniziativa è nata dalla volontà dei giovani di partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà ad agosto a Lisbona. Il gruppo reduce dalla folgorante esperienza polacca di Cracovia nel 2016, si è fatto testimone e trascinatore dei più giovani, coinvolgendoli in questo ambizioso progetto.

Alla fine dell’emozionante esibizione, ha preso la parola Emanuele Zerbo, uno degli educatori “senior”. Oltre ai doverosi ringraziamenti, ha sintetizzato bene i due obiettivi raggiunti con il lavoro fatto: quello di creare un’attività che coinvolgesse tutto il gruppo e quello di autofinanziarsi per l’ambita meta portoghese. Poi ha preso la parola il Vescovo, che ha coinvolto i numerosi bambini e gli adulti in un gioioso ringraziamento rivolto a tutto lo staff di lavoro. Prendendo spunto dalla trama dello spettacolo, ha sottolineato come il “male” rende più “animali e meno umani” e come, invece, l’amore rende “meno animali e più umani”: l’Amore che permette questa trasformazione da “animali a umani” è il Signore Gesù. Infine, l’intervento dei due sindaci è stato l’occasione per rivolgere parole di lode e ammirazione a tutti coloro che hanno lavorato, giovani e meno giovani.

Molti i doverosi ringraziamenti; in particolare alle due amministrazioni locali che hanno concesso il patrocinio all’iniziativa; ai due sponsor che hanno aiutato a sostenere i costi di produzione, l’azienda serravallese “Nuova Solmine” e l’azienda cassanese “Roquette”. Unico rammarico è stato quelo di aver dovuto rimandare alle prossime repliche decine di potenziali spettatori che, a causa del “sould out”, hanno dovuto rinunciare. Potranno tornare sabato 13 maggio alle ore 21 presso la sala polifunzionale di Borghetto di Borbera o sabato 27 maggio, sempre alle ore 21 presso la sala polifunzionale “Maria Regina” di Serravalle Scrivia.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *