Tre milioni di euro dai fondi del Pnrr per le scuole novesi

Visualizzazioni: 221

Sono previsti lavori di manutenzione straordinaria agli istituti “Amaldi” e “Ciampini”

NOVI LIGURE – Saranno in tutto 16,4 i milioni di euro in arrivo per gli istituti dell’Alessandrino grazie alla linea di finanziamento del Pnrr dedicata all’edilizia scolastica alla quale la Provincia è riuscita ad accedere. Una cifra grazie alla quale saranno effettuati 17 interventi suddivisi in 14 strutture diverse, prevalentemente destinati a opere di messa in sicurezza e adeguamenti antisismici. Ben 16 interventi dei 17 finanziati erano già stati aggiudicati entro la fine del 2022. A Novi Ligure, che riceverà circa 3 milioni, sono previsti lavori di manutenzione straordinaria per l’adeguamento ai fini della prevenzione incendi al liceo classico “Doria” e all’istituto professionale “Boccardo”.

La maggior parte della somma andrà al “Ciampini”, che oltre a interventi di miglioramento antisismico e strutturale, manutenzione straordinaria per la riqualificazione energetica e il risanamento conservativo, vedrà pure la tanto attesa realizzazione della nuova sala enogastronomica per gli alunni iscritti allo specifico indirizzo didattico che sta riscuotendo un grande successo.

Al di fuori di questo pacchetto di lavori le cui opere di concessione sono già state firmate, c’è ancora un progetto per il quale si attende l’arrivo di un finanziamento di poco inferiore al milione e 200 mila euro. Si tratta della nuova palestra a servizio delle sezioni distaccate del “Doria” e del “Boccardo”, che fanno parte rispettivamente degli istituti “Ciampini” (nella foto) e “Amaldi”.

Un’opera già presente all’interno dell’elenco ufficiale diffuso dalla Provincia che necessita solo della sottoscrizione dell’intesa di concessione.

Seguendo il cronoprogramma del Pnrr, tutti gli interventi pianificati in ambito scolastico dovranno vedere l’aggiudicazione dei lavori entro il 15 settembre prossimo, il termine del loro avvio sarà per fine novembre e poi la conclusione definitiva entro il 31 marzo 2026 con il collaudo finale tre mesi più tardi.

Luca Lovelli

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *