Torna la “Bolletta sospesa”

Visualizzazioni: 214

Il progetto solidale promosso dalla Caritas per le famiglie in difficoltà

TORTONA – Prosegue anche quest’anno il progetto della bolletta solidale promosso dalla Caritas diocesana che, nel 2023, ha permesso di aiutare oltre 250 nuclei familiari sul territorio diocesano con il pagamento di utenze per oltre 38.000 euro. L’emergenza energetica, infatti, non è più limitata al periodo invernale e ai centri di ascolto si rivolgono sempre più persone per il pagamento delle bollette. Il direttore della Caritas diocesana, Luca Simoni, ha spiegato che l’iniziativa è ispirata al famoso caffè “sospeso”, tipico della tradizione napoletana secondo la quale una persona oltre a pagare il proprio caffè al bar, ne lascia un altro pagato che sarà offerto a un cliente che non potrebbe permetterselo. Con la “bolletta sospesa” la Caritas si propone di pagare luce o gas alle persone in difficoltà, utilizzando i fondi diocesani. «L’iniziativa era partita con il problema energetico nel 2023. – ha spiegato Simoni – Del contributo elargito 20 mila euro sono arrivati dal fondo povertà della Fondazione Comunitaria di Pavia; altri 10 mila euro dalla Diocesi di Tortona; il resto da donazioni varie di privati e una quota dalla Fondazione Uccio Camagna». Le famiglie hanno presentato le bollette da pagare nei 6 centri di ascolto diocesani, ma anche presso i Consorzi socio assistenziali e le Caritas parrocchiali. Si è deciso di ripresentare il progetto perché sono cresciute le richieste di aiuto da parte di famiglie che rischiano di rimanere senza riscaldamento e senza luce. «Il nostro intervento – ha detto Simoni – è sempre in un’ottica educativa per responsabilizzare la persona. Il contributo per il pagamento della bolletta è uno modo per creare una relazione con la persona e cercare di capire l’origine del problema: difficoltà lavorativa o altre spese accumulate, ad esempio, per individuare quale tipo di aiuto può essere messo in atto». Un’altra emergenza che la Caritas sta affrontando è quella relativa all’abitazione con il pagamento dell’affitto o la ricerca della casa.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *