“Stradella città in fiore”

Visualizzazioni: 40

Il progetto di ortoterapia che coinvolge le persone disabili: si prenderanno cura del verde pubblico

STRADELLA – Si chiama “Stradella città in fiore” il nuovo progetto di inclusione nato dalla collaborazione tra il Comune, la cooperativa sociale “Gianni Pietra” e la cooperativa sociale “Rosa dei Venti” per il coinvolgimento nella cura del verde pubblico, a scopo terapeutico, delle persone con disabilità. Da alcuni anni, infatti, gli utenti dei servizi giornalieri del Centro diurno disabili, dello Sfa (Servizio formazione autonomia) e del Cse (Centro socioeducativo) svolgono attività di ortoterapia, che ora andrà a beneficio anche di tutta la comunità stradellina: questa iniziativa consiste nell’utilizzo di tecniche agricole come la coltivazione degli ortaggi e la cura del giardino a scopo terapeutico per riportare benefici di salute psico-fisica alle persone con disabilità che la praticano. L’ortoterapia ha numerosi benefici sia per il corpo sia per le facoltà mentali: risveglia curiosità, interessi, ricordi ed emozioni e dà la sensazione di realizzare un lavoro concreto. Le attività si svolgeranno prevalentemente all’aria aperta: semina, preparazione della terra, raccolta dei fiori e dei frutti; per tre volte alla settimana, fino a novembre, gli utenti del Centro diurno disabili, del Centro socio educativo e del Servizio autonomia alla persona si occuperanno della cura e della manutenzione delle fioriere in piazzetta Meriggi e dei vasi sui muretti dell’ex area ecologica tra la piazzetta e via Montebello, della piccola area intorno all’albero accanto al monumento ad Agostino Depretis in piazza Vittorio Veneto e delle fioriere nelle vicinanze della chiesa parrocchiale. Un educatore professionale con formazione specifica in terapia orticolturale, gli operatori dell’equipe dei tre Centri e il personale della cooperativa “Rosa dei Venti” guideranno gli utenti nelle varie attività che rientrano nel piano predisposto dall’Amministrazione comunale di miglioramento del decoro urbano, ma con una finalità sociale: «Il progetto ha un valore importante e sono molto soddisfatto di questa collaborazione. – commenta il vicesindaco e assessore al Welfare, Dino Di Michele – L’esito del lavoro di questi ragazzi sarà visibile a tutti i cittadini perché si prenderanno cura del verde e dei fiori di alcune parti della città. Una bella sinergia tra pubblico e privato».

Oliviero Maggi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *