Rileggere Rebora presi per mano da Gianni Mussini

Visualizzazioni: 1023

Il 6 aprile sarà presentata in “Cattolica” a Milano l’edizione dei Canti anonimi curata dallo studioso pavese

Sarà presentata a Milano all’Università “Cattolica” mercoledì 6 aprile, alle ore 17, l’edizione commentata dei Canti anonimi di Clemente Rebora curata da Gianni Mussini, nostro collaboratore, letterato, studioso e uno dei massimi conoscitori italiani del poeta.

Poco prima del Natale del 1915, mentre combatteva sul Podgora, Rebora fu letteralmente sotterrato dallo scoppio di un obice. Sopravvisse, ma si sentì – parole sue – come un Lazzaro, sconvolto dall’orrore della guerra di trincea, tra il “lezzo di vivi e morti, imbestiato e paralizzato per la colpa e la pietà, e l’orrendezza degli uomini”. Lasciò di quei giorni testi memorabili, ma ne riportò anche un terribile esaurimento nervoso, ben rappresentato da quanto scrisse l’amico Giovanni Boine in una lettera a Mario Novaro: “Rebora tornato da Podgora corse il rischio di impazzire. Una granata da ultimo scoppiò, la trincea tutta all’aria gli buttò, gli uomini come bombe in giro scaraventò, e lui per tre giorni rise”.

La ripresa fu lenta, segnata – a partire dal 1919 – da un magro libretto di nove testi, i Canti anonimi, in cui – secondo un andamento dantesco che lo vede per un momento riprecipitare nell’inferno passato (così nel quinto testo della raccolta) – il poeta ritrova il gusto e la speranza dell’attesa. Scriverà poco dopo al fratello: “Mi pare poi, a volte, d’essere chiamato, e non so da chi né per cosa. In ogni modo rispondo, e m’incammino da qualche parte, e incontro sempre qualcheduno che pareva mi aspettasse”.

E c’è naturalmente di mezzo anche una donna, la sua russa “dal viso di Madonna bizantina”, nel ruolo di novella Beatrice…

«L’edizione commentata dei Canti anonimi, che ho curato per Interlinea ed è fornita di una bellissima prefazione di Pietro Gibellini, – ha detto Gianni Mussini – sarà presentata a Milano il 6 aprile, alle ore 17, nell’Aula Magna dell’Università “Cattolica”. Interverranno Giuseppe Langella, Valerio Rossi e Roberto Cicala, erede di Vanni Scheiwiller come editore di Rebora. I testi saranno letti dalla poetessa Patrizia Valduga, anche lei fedelissima reboriana».

Il libro esce in 333 copie numerate al prezzo di 28 euro nel centenario della prima edizione dei Canti anonimi (Il Convegno, Milano). Per informazioni e prenotazioni: edizioni@interlinea.com.

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *