Nasce un polo per la promozione dei nostri prodotti

Visualizzazioni: 81

Intanto viene firmata la convenzione con la “Strada dei Vini”

TORRAZZA COSTE – Il Consorzio di tutela vini Oltrepò pavese ha firmato in questi giorni una convenzione con l’associazione “Strada dei Vini”. Un accordo non solo formale ma soprattutto concettuale e promozionale per fare squadra e ampliare la rete di comunicazione e di promozione di un mondo che si muove in sinergia e ha un unico importante obiettivo: promuovere l’Oltrepò del vino attraverso messaggi di valorizzazione e di qualità per fare crescere una storica realtà vitivinicola che punta molto anche sulla trasformazione di un territorio – ad un’ora da Milano e da altri grandi centri nevralgici del nord Italia – da puramente rurale e agricolo a turistico.

«Oggi la convenzione con il Consorzio è un passaggio importantissimo perché è la concretizzazione della volontà del territorio di fare squadra per il raggiungimento di obiettivi comuni e condivisi. – spiega della “Strada del Vino e dei Sapori dell’Oltrepò pavese” Giorgio Allegrini – Al di là delle parole e degli interventi di facciata si è scritto un progetto che consiste nel primo passo effettivo di un percorso lungo e articolato che dovrà essere considerato come un punto di partenza e non come un traguardo». «Il pensiero e gli obiettivi della “Strada del Vino e dei Sapori” – continua Allegrini – hanno subito trovato l’adesione e la condivisione di molti Comuni, della Comunità Montana, di associazioni ed enti, dei Consorzi del Vino e del Salame di Varzi, dell’Enoteca Regionale, del Distretto del Vino e del Club del Buttafuoco Storico oltre a molti soggetti privati che spaziano nei vari settori produttivi e dei servizi». Nei giorni scorsi si è tenuto un primo incontro al quale hanno partecipato la “Strada del Vino e dei Sapori” con il presidente e tre consiglieri (Filippo Arsi, Teresio Nardi e Antonio Riviezzi), il Consorzio di Tutela del Vino rappresentato dal direttore Carlo Veronese e dalla responsabile della comunicazione Luciana Rota, il già citato Teresio Nardi anche qua-le delegato Slow Food, il Distretto e l’Enoteca Regionale nella persona del presidente Fabiano Giorgi nonché il sindaco di Broni, comu-ne ove quest’ultima ha sede, l’Ersaf con la responsabile del Centro di Riccagioia Cinzia Balza e l’onorevole Elena Lucchini che ha dato la propria fattiva e totale disponibilità a promuovere e favorire la crescita e lo sviluppo del territorio presso la Regione Lombardia e gli enti ministeriali ritenendo fondamentale la coesione e la corretta cooperazione fra il contesto privato e quello pubblico. «Il nostro obiettivo – sottolinea Allegrini – è di unire il mondo del vino, i prodotti locali, i servizi di accoglienza e ristorazione abbinandoli agli aspetti turistici e culturali creando percorsi idonei a soddisfare qualsiasi aspettativa».

Mattia Tanzi

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *