L’ospedale di Tortona è un “osservato speciale”

Visualizzazioni: 378

L’assessore regionale alla Sanità in visita al nosocomio

TORTONA – Lunedì 2 dicembre si è svolta la visita dell’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, all’ospedale di Tortona.

È stato il primo passaggio ufficiale del nuovo assessore, dopo le recenti elezioni e dopo le controverse decisioni subite dalla sanità locale negli ultimi anni.

All’incontro era presente una consistente delegazione di sindaci e assessori di tanti comuni del Tortonese, giunti per sottoporre le problematiche dei servizi sanitari. Accompagnato dal nuovo commissario Asl Valter Galante, Icardi è stato accolto dal sindaco Federico Chiodi, da alcuni assessori comunali di Tortona e dalla deputata Rossana Boldi. La visita è stata molto approfondita; in un paio d’ore l’assessore ha voluto personalmente visitare tutti i reparti e anche le aree attualmente inutilizzate, incontrando i medici di ciascun ambito per ascoltare criticità ed esigenze. Tanti i temi sottoposti al nuovo assessore, auspicando impegno a risolvere i principali problemi, tra cui l’ormai annosa questione dell’apertura del reparto di Fisiatria prevista dalla delibera regionale del 2014 e ancora inattuata; la carenza di organico degli anestesisti, che causa il rallentamento dell’attività operatoria programmata, fatte salve le urgenze, per varie specialità, soprattutto Medicina e Ortopedia, cui si supplisce con chiamate a gettone; la ridotta disponibilità di specialisti per l’ambulatorio di Pediatria, ora riaperto ma sempre sotto organico; la mancanza  di medici anche in radiologia, col risultato di prolungare le liste di attesa per l’utenza per gli esami; la necessità di potenziare la cardiologia. Da parte sua, l’assessore ha comunicato l’intenzione di avviare, da gennaio, il bando per la realizzazione del reparto di riabilitazione, già previsto dalla stessa delibera che ha declassato l’ospedale cinque anni fa, ma ad oggi mai realizzato.

Raccogliendo le osservazioni, Icardi si è impegnato a trovare soluzioni alle varie criticità.

Infine, si è detto disponibile a partecipare a un’assemblea dei sindaci per illustrare i suoi progetti e ascoltare le istanze del territorio.

«Ho trovato nell’assessore piena disponibilità all’ascolto – ha dichiarato il sindaco Chiodi – e mi auguro che lo scambio di idee possa concretizzarsi in un piano operativo per il nostro ospedale, da discutere nella prossima assemblea dei sindaci. L’unità del nostro territorio è fondamentale per trasmettere alla Regione le necessità dei concittadini».

Stefano Brocchetti

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *