Le parrocchie dal Papa a Roma

Visualizzazioni: 379

I fedeli di Pontecurone con il parroco e il sindaco

PONTECURONE – È stata una grande emozione per i pellegrini delle parrocchie di Santa Maria Assunta e di San Giovanni Battista di Pontecurone essere ricevuti in udienza generale in Vaticano da Papa Francesco. E, per i 105 partecipanti (nel gruppo c’erano anche il sindaco Giovanni Valentino D’Amico ed altri devoti dei paesi vicini) accompagnati dal parroco don Loris Giacomelli, è stata una bellissima sorpresa ricevere la visita, nella “Casa per ferie – Opera don Orione” dove alloggiavano, di padre Vittorio Francesco Viola, arcivescovo e segretario per il Dicastero per il culto divino e la disciplina dei sacramenti. L’amato vescovo emerito della Diocesi di Tortona li ha raggiunti per un saluto insieme a mons. Pier Gaetano Lugano, pontecuronese di nascita.

I pellegrini si sono recati nella capitale lo scorso 6 dicembre per far benedire, all’indomani, da Papa Francesco la statua della Madonnina di Itati, portata nel 1937 da don Luigi Orione dall’Argentina a Tortona e poi donata nel 1962 all’oratorio di Pontecurone da don Carlo Pensa, secondo successore di don Orione: è stata questa l’occasione per chiudere i festeggiamenti del 150° anniversario dalla nascita del santo di Pontecurone, fondatore della Piccola Opera della Divina Provvidenza.

Alessandra Dellacà

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *