In festa a Pentecoste nella luce del Risorto

Visualizzazioni: 81

Sabato 18 maggio alle ore 21 in cattedrale la Veglia di preghiera diocesana

TORTONA – Il vescovo, in questi giorni, ha scritto una lettera all’intera Diocesi –presbiteri, diaconi, religiosi, religiose, persone consacrate, fedeli laici –per invitare tutti sabato 18 maggio a vivere insieme, nella preghiera, la solennità di Pentecoste, la “Pasqua dello Spirito Santo”. Il popolo di Dio si ritroverà insieme con Mons. Marini per partecipare alla S. Messa alle ore 21 in cattedrale a Tortona, durante la quale sarà invocato con fervore lo Spirito che «rende nuove tutte le cose, i nostri cuori e la faccia della terra». Il dono dello Spirito arriva come frutto della Pasqua e senza di esso la missione di Gesù resterebbe incompleta, perché non si può avere conoscenza piena del Signore senza la sua azione nei figli. La vita cristiana, infatti, è vita nello Spirito perché Lui agisce in noi per conformarci a Cristo e la sua presenza diventa azione potente che consente di stare «in intima comunione di amore con il Signore risorto e per testimoniare la Sua salvezza, con slancio e audacia, a tutte le genti».

La lettera di Mons. Guido Marini

Uniti per invocare il dono dello Spirito

Carissimi amici nel Signore,

come da calendario diocesano, anche nel corrente anno pastorale, avremo la gioia e la grazia di vivere, a livello Diocesano, la Veglia di Pentecoste, il prossimo sabato 18 maggio alle ore 21, in Cattedrale a Tortona.

Sarà una bella occasione per ritrovarci tutti insieme, presbiteri, diaconi, religiosi, religiose, persone consacrate, fedeli laici, a celebrare l’Eucaristia, invocando con fervore lo Spirito Santo, nel contesto del cammino sinodale che stiamo vivendo e ormai in prossimità dell’Assemblea Diocesana sul tema della catechesi.

Spero con tutto il cuore che possiate essere presenti numerosi a questa celebrazione liturgica; ed è per questo che ho inteso raggiungervi con un invito personale.

La Pentecoste è la festa della Chiesa, che si ritrova unita, con un cuor solo e un’anima sola, corroborata dalla potenza dello Spirito Santo per vivere in intima comunione di amore con il Signore risorto e per testimoniare la Sua salvezza, con slancio e audacia, a tutte le genti.

Dove c’è lo Spirito di Gesù c’è vita, la vera Vita nella meraviglia del cuore.

E noi, tutti insieme, desideriamo chiedere ancora una volta il dono di questa Vita che rende nuove tutte le cose, i nostri cuori e la faccia della terra.

Auspicando la vostra presenza, vi aspetto con gioia.

Intanto vi abbraccio e vi saluto con grande affetto nel Signore, assicurando una speciale benedizione per tutti voi.

In comunione di preghiera.

+ Guido

Vescovo

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *