Il “Bonus facciate” per abbellire la città

Visualizzazioni: 160

La detrazione per gli interventi esterni sugli edifici

NOVI LIGURE – È stata recentemente pubblicata dal Comune una delibera per incentivare gli interventi edilizi finalizzati al decoro urbano e al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, grazie al fatto che, con la legge di bilancio 2020, è stata introdotta la nuova detrazione dall’imposta lorda che è il “bonus facciate”. Si consente così al cittadino di ottenere una detrazione, pari al 90%, sulle spese sostenute per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati nelle zone A o B individuate dal Piano Regolatore Generale comunale.

In breve l’agevolazione riguarda gli interventi effettuati sull’intero perimetro esterno dell’edificio e comprendono: interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata; interventi sulle strutture o-pache della facciata influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio; interventi di pulitura o tinteggiatura, su balconi, ornamenti o fregi; le spese sostenute per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori (perizie e sopralluoghi, rilascio dell’attestato di prestazione energetica); gli altri costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi (le spese per installazione di ponteggi, allo smaltimento dei materiali rimossi per eseguire i lavori, l’imposta di bollo e i diritti pagati per la richiesta dei titoli abilitativi edilizi, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico pagata dal contribuente per poter disporre dello spazio sull’area pubblica necessario all’esecuzione dei lavori).

Devono, invece essere escluse le spese sostenute per la sostituzione di vetrate, infissi, grate, portoni e cancelli.

Per chiarimenti più approfonditi sulla detrazione si rimanda alla pagina dell’Agenzia delle Entrate dove sono esplicitati i soggetti beneficiari e le tipologie di intervento ammesse per il recupero o il restauro della facciata esterna da realizzarsi su edifici esistenti.

Davide Daghino

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *