I giovani conoscono la Bibbia con la Scuola della Parola

Visualizzazioni: 919

TORTONA – È iniziata martedì 17 settembre la “Scuola della Parola”, un percorso proposto dalla Pastorale Giovanile diocesana e pensato per tutti quei ragazzi e giovani adulti che vogliono approfondire le radici bibliche della fede cristiana (in particolare, per questo anno, il Vangelo di Matteo) ma anche per coloro che, come emerso dal Sinodo dei Giovani dello scorso anno, desiderano un primo incontro con la Scrittura per arricchimento interiore.

Proprio in quest’ottica, il primo partecipatissimo appuntamento è stato pensato come momento di motivazione-provocazione sulle questioni esistenziali fondamentali che aprono al desiderio di una Parola autentica, che parli al cuore dell’uomo. Il professore Silvano Petrosino, docente di filosofia all’Università Cattolica di Milano e invitato per l’occasione, ci ha condotti, come in un viaggio suggestivo, alla radice delle esperienze che ci coinvolgono (o travolgono) lungo la vita, dimostrando come la nostra identità non si costruisce tanto con atti liberi di autodeterminazione, quanto di reazioni a ciò che ci raggiunge da fuori e che generano in noi, per l’appunto, esperienze.

Il valore di un testo come la Bibbia che, a prescindere dal valore accordatole dalla religione, è uno dei testi letterari cardine dell’umanità, è la sua peculiarità di non mentire sull’esperienza: racconta l’uomo così com’è, rivela un Dio che incontra l’uomo lì dov’è per condurlo per mano alle mete per cui è stato pensato e creato.

Ecco un prospetto dei prossimi incontri nel Seminario Vescovile di Tortona: lunedì 7 ottobre “Il mistero della Bibbia” (relatore don Francesco Favaretto), lunedì 28 ottobre “Introduzione al Vangelo di Matteo” (relatore don Claudio Baldi), lunedì 11 novembre Laboratorio di ascolto della Parola, venerdì 22 novembre incontro con Suor Carolina Iavazzo (collaboratrice e testimone dell’opera di don Pino Puglisi).

Massimo Guerra

Commenti: 0

Il tuo indirizzo mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati con *